Il magazine online di Orologi di classe

Girard-Perregaux 1966 Calendario Perpetuo

Declinato nello stile classico della Maison questo calendario perpetuo presenta la finezza del bilanciere Microvar ad inerzia variabile

di Massimo Scalese 2 MIN LETTURA

 

0

di Massimo Scalese 2 MIN LETTURA

 

0

Arriva un nuovo orologio a completare la collezione ultra-classica 1966 dedicato alla sublime complicazione del calendario perpetuo. Il Calibro di manifattura GP033Q0 è composto da 288 elementi e utilizza l’esclusivo sistema del bilanciere Microvar ad inerzia variabile che è visibile attraverso il cristallo trasparente del fondello.

Girard-Perregaux 1966 Calendario Perpetuo

Per Girard-Perregaux il 1966 fu un anno memorabile, data che celebrava il premio dei cent’anni dell’Ossevatorio di Neuchâtel che la Maison si aggiudicò dopo aver dominato il concorso di cronometria. Tornando a questo elegante segnatempo esso presenta un quadrante leggermente curvo con una disposizione delle indicazioni classica e simmetrica. Le fini lancette a foglia indicano le ore e i minuti mentre quelle azzurrate segnano il giorno, la data e il mese. Le fasi lunari sono a ore 6 indicate in oro con sfondo blu.

Il Girard-Perregaux 1966 Calendario Perpetuo è disponibile anche in edizione limitata di soli 99 esemplari costruito solo con cassa in oro rosa.

Caratteristiche tecniche

Cassa
Oro rosa o Oro bianco
Diametro: 40 mm
Altezza: 10,74 mm
Cristallo frontale in zaffiro antiriflesso
Cristallo posteriore in zaffiro
Impermeabilità: fino a 30 m

Movimento
Girard-Perregaux GP0333Q meccanico a carica manuale
Dimensioni: 26,20 mm
Frequenza: 28.800 A/h (4Hz)
Riserva di carica: minimo 46 ore
Rubini: 26
Funzioni: ore, minuti, calendario perpetuo e fasi lunari
Bilanciere: Microvar a inerzia variabile

Cinturino in alligatore con fibbia in oro 18 k

contaminuti

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest