Il magazine online di Orologi di classe

Orologi Novità 2010: Glashütte Original PanoInverse XL

La bellezza unica di avere sempre davanti a sè i particolari di un movimento di Alta Orologeria

di Massimo Scalese 2 MIN LETTURA

 

0

di Massimo Scalese 2 MIN LETTURA

 

0

E’ sempre questione di punti di vista: quando guardi un orologio come PanoInverse XL rimani subito un po’ spiazzato. Se sei arrivato a Glashütte Original, per te rivedere anche cento volte un opera d’arte, un museo, riascoltare il tuo brano di musica preferito all’infinito, è sempre come se fosse la prima volta.

Se ti piace l’Alta Orologeria perchè non osservarla direttamente nel cuore? La Maison con Panoinverse XL ha pensato di svelare la bellezza di un movimento meccanico semplicemente “spostandolo” dall’interno all’esterno: del suo splendore se ne può godere osservandolo come se fosse solo un oggetto, quando e quante volte si vuole, senza toglierselo mai dal polso.

E così entrano in noi tutti quei particolari che, anche se da sempre costruiti a regola d’arte e di cui ricordiamo a mala pena i nomi, erano prima “lontani”, come a volte lo sono le persone a noi care.
Castoni in oro, ognuno fissato da tre viti rodiate alla platina a 3/4 decorata a nastro di Glashütte ricoperta, tramite un trattamento galvanico, di Rutenio un metallo molto raro appartenente alla famiglia del Platino dal caratteristico colore scuro; sfere, cifre arabe ed indici applicati, tutti realizzati in oro bianco; un elegante indicatore di riserva di carica e, soprattutto, l’eccezionale doppia regolazione micrometrica a collo di cigno. Ma ancora: la regolazione micrometrica di colore argento, montata sul ponte del bilanciere color nero con incisioni rodiate, assieme al ritmico oscillare del bilanciere con viti di compensazione offrono l’affascinante spettacolo della bellezza in movimento del cuore del Calibro 66-04.

Questo progetto ha richiesto la creazione di nuovi componenti funzionali ed una sostanziale modifica non solo di tutti gli elementi già esistenti, ma anche dei loro sotto gruppi. Anche le tre platine, le ruote e i pignoni per la trasmissione e per la riserva di carica, si sono “vestiti” per farsi vedere dal mondo intero!

La bellezza c’era: era li al buio che guardava il mondo da un oblò (fondello). Ora è festa all’aperto, per sempre.

contaminuti

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Continuando a utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close