Il magazine online di Orologi di classe

Bello e Complicato: Maîtres du Temps Chapter Three Midnight Blue

Il Chapter Three Midnight Blue è un esempio di come quando si tratta di Alta Orologeria sul quadrante possano convivere complicazioni e finiture.

di Massimo Scalese 2 MIN LETTURA

 

0

di Massimo Scalese 2 MIN LETTURA

 

0

Maîtres du Temps Chapter Three Midnight Blue

foto Chapter Three Midnight aperto/chiuso

Alta Orologeria è riuscire a mostrare sul quadrante tutte le complicazioni meccaniche senza rubare spazio alle finiture. È il pensiero che ha guidato il progetto Chapter Three, un segnatempo che oltre alle ore, i piccoli secondi, la data e le fasi lunari – grazie a due finestrelle a scomparsa alle 12 e alle 6 – indica giorno e notte e un secondo fuso orario su un ampio quadrante nero decorato con guillochè a soleil e Clous de Paris.

Come funziona? Premendo sul pulsante coassiale sulla corona di carica i due pannelli si posizionano sotto il quadrante svelando lentamente le rispettive funzioni, premendolo nuovamente le finestre tornano a chiudersi e i rispettivi indici delle ore a numeri romani tornano a custodire il segreto.

Chi ha già dimestichezza con gli orologi Maîtres du Temps sa che la visione del marchio è quella di proporre ogni volta un nuovo modello sviluppato da celebri orologiai indipendenti. Guarda caso il terzo capitolo del brand è firma dei celebri orologiai indipendenti AHCI Andreas Stehler che ha tra l’altro realizzato l’orologio con le fasi lunari più preciso del mondo, e Kari Voutilainen autorità assoluta nel campo delle finiture di Alta Orologeria.

tutti i rulli del Chapter ThreeTornando alle due complicazioni sotto le rispettive finestrelle esse sono marcate su leggeri e precisi rulli, altro cliche del brand fondato dall’americano Steven Holtzman. In particolare il secondo fuso orario alle 6 è mostrato su due rulli separati con le ore da 1 a 6 su uno e da 7 a 12 sull’altro. Muovendosi in avanti o all’indietro tra le 6 e le 7 o tra le 12 e l’1, il rullo che non viene più utilizzato si sposta orizzontalmente per fare spazio all’altro rullo. Questo trucco ha permesso di utilizzare dei numeri più grandi.
A ore 12 l’unico rullo presente reca inciso il volto del Sole e della Luna che serve per distinguere se le 12 ore del secondo fuso ricadano prima o dopo il mezzogiorno.

Il quadrante, racchiuso in una cassa da 42 mm in oro bianco, è davvero spettacolare nelle foto da studio: ogni ora segnata da numeri romani è divisa da spicchi in modo tale che il punto d’interstizio delle finestrelle scompaia. Quando investite dalla luce le due diverse trame del guillochage promettono di liberare affascinanti riflessi blu.

Il Chapter Three è un’esempio di come su un quadrante possano convivere alla grande sia tante indicazioni sia la tradizione.

Leggi altri articoli che trattano di Maîtres du Temps.

Aggiornamento 22-05-2015

Prezzo di listino al pubblico consigliato in franchi svizzeri

Chapter Three Midnight Blue cassa in oro rosso 94’500 CHF
Chapter Three Midnight Blue cassa in oro bianco 96’000 CHF

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest