Il magazine online di Orologi di classe

Meccaniche Top: Armin Strom Mirrored Force Resonance Water (VIDEO)

Spettacolare e molto raro Armin Strom Mirrored Force Resonance Water è un orologio che si basa sul principio della "risonanza" scoperto nel 1665 da Huygens.

di Massimo Scalese 3 MIN LETTURA

 

2

di Massimo Scalese 3 MIN LETTURA

 

2

Armin Strom Mirrored Force Resonance Water

Due pendoli disposti su un muro, l’uno vicino l’altro in posizione coassiale, tendono sempre a sincronizzare il loro movimento oscillatorio. A dimostrarlo è stato nel 1665 Christiaan Huygens, matematico olandese che nove anni prima aveva inventato l’orologio a pendolo.

Se è assodato che la misura meccanica del tempo si basa su dogmi secolari, è altrettanto noto che le sue innovazioni si esprimono solo in continui miglioramenti e differenti interpretazioni. Contestualmente, sono tutte azioni da considerarsi allo stesso livello delle grandi innovazioni che caratterizzano il mondo hi-tech. E il segnatempo che andremo a esaminare velocemente ne è l’ennesima riprova.

Dell’orologio Armin Strom Mirrored Force Resonance ne avevo già trattato a inizio anno; il marchio di Alta Orologeria artigianale e indipendente svizzero è solito differenziare il diverso materiale delle casse delle sue collezioni con i nomi dei quattro elementi: Fire, Water, Air, Earth. Recentemente è stata introdotta la versione in acciaio denominata Water; il volto argenteo del Mirrored Force Resonance Water offre un movimento dei due oscillatori – posizionati a nudo sul quadrante – per me ancora più spettacolare della versione Fire in oro rosa. Video:

Come mostra il video ufficiale i due meccanismi regolatori collegati tra loro oscillano in direzioni opposte, una ruota gira in senso orario e l’altra in senso antiorario.

Come funziona Armin Strom Mirrored Force Resonance Water

Dopo aver caricato il movimento entrambe le ruote si avviano ma è necessario attendere 10 minuti prima che le loro semi-oscillazioni diventino sincrone. Il pulsante a ore 2 serve per resettare i secondi; già perché nel Mirrored Force Resonance sono anche loro doppi. Questa azione permette nel contempo di resettare anche le due ruote dei rispettivi bilancieri.

bilancieri Mirrored Force Resonance Water

Complicazione a parte, sinonimo di eccellenza meccanica che bisogna ricordare essere già stata portata al polso con altre modalità da François-Paul Journe, non solo il doppio meccanismo di risonanza è un antichissimo modo di ottenere l’isocronismo, che ai nostri giorni è riuscito appunto a arrivare persino al polso, ma il protagonista di uno spettacolo forse in persino superiore a alcuni tourbillon.

Visto che sono nati prima esistono anche dei fantastici pendoli a risonanza; ma a tal proposito vi rimando alla lettura di un bellissimo articolo di Michele cui link è riportato alla fine.

Oltre a essere un componente cruciale la molla della frizione a risonanza è ipnotizzante da osservare mentre flette a ogni semi oscillazione. Potete trovare altre caratteristiche di questo sistema sul sito web www.arminstrom.com

sistema frizione Mirrored Force Resonance Water

La cassa in acciaio misura 43,40 mm e il movimento di manifattura Calibro ARF15 pulsa alla non usuale frequenza di oscillazione di 25.200 alternanze/ora – scelta perché secondo il marchio mette ancora più in evidenza i due vicini bilancieri che regolano la frequenza sincronizzati dall’effetto risonanza.

Costruito in edizione limitata di 50 esemplari costa CHF 54.000.

Continua a leggere: Pensiamo troppo al nostro polso: Vi presento David Walter

 

Articoli correlati

Commenti

  1. Leggo sempre con piacere le tue recensioni, mai pedanti, saporite e comprensibili anche per chi come il sottoscritto da poco si è avvicinato al mondo degli orologi. Silvio

  2. Grazie Silvio! 😉 Ora per te e per tutti quelli che leggono: se avessi qualche curiosità riguardo ciò che è trattato in ogni articolo posta pure senza alcun timore dentro un commento; nessuna domanda è mai banale e insieme alla risposta potrebbe essere utile anche ad altri. Se invece l’argomento non fosse contestuale, qualunque sia, scrivi pure nella form presente alla pagina CONTATTI: rispondiamo sempre a tutti – più in fretta che possiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Continuando a utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close