Il magazine online di Orologi di classe

Il Senator Panorama Date Moon Phases in 7 Dettagli

I Glashütte Original Senator Panorama Date Moon Phases esaminati in profondità.

di Massimo Scalese 4 MIN LETTURA

 

0

di Massimo Scalese 4 MIN LETTURA

 

0

Senator Panorama Date Moon Phases oro rosso

Se inaspettatamente potessi coronare il sogno di possedere il primo segnatempo con movimento di manifattura, come pensi che esso si materializzerebbe al polso?

Se la risposta fosse classico con una strizzatina d’occhio alla tradizione sassone, e dal Calibro realizzato in-house pretendessi anche qualche complicazione meccanica, pur rimanendo (ancora da scontare) in una fascia di prezzo al di sotto il 10.000 Euro, potrebbe essere un Senator Panorama Date Moon Phases di Glashütte Original.

Difficile poter ottenere forse la migliore Grande Data in circolazione più le graziose fasi lunari con questo budget.

Passiamo ai fatti, segui le tracce lasciate da questi 7 dettagli.

Dettaglio #1: La tradizione Sassone

Certo, se ti rivolgi alla maggior parte delle persone che conosci “l’orologio è svizzero” per definizione. Non è sbagliato ma il punto è che l’orologeria di scuola sassone, che a regime riuscì a impensierire non poco anche gli elvetici (metà del XIX secolo), fonda le sue radici su principi orologieri che ancora oggi nessuno è riuscito a superare.

Ecco riassunti i principali sui quali si uniforma anche il Calibro di manifattura a carica automatica che montano questi Glashütte Original Senator:

  • Platina a ¾: significa che il piano dove poggiano tutti gli elementi è quasi completamente chiuso; ciò garantisce nel tempo una rigidità molto superiore a una platina aperta.
  • Materiali: ottone, acciaio, berillio (lega di ottone + rame), argentone (lega di rame, nichel e zinco) da centinaia d’anni sono sempre gli stessi, quindi la loro affidabilità è anche qui comprovata nel tempo.
  • Viti: dove non lucidate e con testa piatta sono in acciaio azzurrato.
  • Castoni d’oro: i rubini sono trattenuti sulla platina da eleganti “bicchierini” in oro.
  • Finiture: la platina del movimento ha le sue coste denominate di Glashütte, perché tipiche del piccolo borgo nelle vicinanze di Dresda. Osservando dal fondello in zaffiro alcuni elementi del Calibro in oggetto appaiono rifiniti con perlage e anglage.

Dettaglio #2: Il Calibro 100-4

Si tratta di un Calibro con moduli aggiuntivi derivato dal movimento base 100. Monta una massa oscillante in oro 21k in quanto il maggiore peso specifico serve a favorirne l’inerzia. La frequenza del bilanciere, caratterizzato da 18 viti di compensazione anch’esse in oro, è aggiustabile grazie a un regolatore micrometrico a collo di cigno – una delle soluzioni orologiere più acclamate per agire con precisione sulla racchetta. Questo elemento poggia su un ponte decorato.

Calibro 100

Considerando che vi sono due bariletti a bordo la durata della riserva di carica di 55 ore non è elevata, tuttavia in manifattura hanno preferito questa scelta per poter garantire sino all’ultimo un alto livello di energia, utile per garantire di muovere con sicurezza e immediatezza le due grandi ruote del datario. A mantenere attiva e rapida la ricarica automatica la massa oscillante è bidirezionale.

Inoltre per una precisa messa in ora il Calibro 100 possiede un sistema di azzeramento dei secondi per la precisa messa in ora.

Dettaglio #3: La Grande Data di Glashütte Original

Il Senator Panorama Date Moon Phases monta la “PanoramaDatum” spiegata qui nel dettaglio. I due cerchi delle unità sono coassiali e concentrici: quest’ultimo accorgimento permette di fare a meno della barretta verticale al centro della finestra, necessaria per nascondere il punto di intersezione in tutte le altre soluzioni quando i due cerchi sono solo coassiali.

Inoltre scatta istantaneamente subito dopo la mezzanotte.

Approfondimento: La Grande Data (articolo di Michele Tonon)

Dettaglio #4: Le Fasi Lunari

Per gli appassionati di orologeria è la “complicazione poetica” ed è in grado di raffigurare le quattro facce del mese sinodico in un’apertura del quadrante tra ore 10 e ore 11.

La Luna è fresata a mano su un disco in acciaio azzurrato a un preciso angolo di curvatura per ottenere un effetto “specchio” (nota: il viso della persona che guarda l’orologio è riflesso per intero nella Luna!) . Il satellite è circondato da stelle serigrafate a mano con tampone a riporto.

Dettaglio #5: La cassa

Il Senator che sto esaminando è stato completamente rivisto nel suo design lo scorso anno. Ora, mette in risalto il quadrante, prossimo dettaglio che affronterò, che in un orologio classico dovrebbe lasciar spazio a dettagli tradizionali come gli indici delle ore, il giro dei minuti e altri particolari.

  • La lunetta è molto più sottile di prima, ora quasi a filo con quadrante e carrure.
  • La cassa misura 40 mm di diametro.
  • Un correttore a ore 8 consente di azionare l’azzeramento dei secondi in luogo del pulsante che compariva nelle edizioni precedenti.

Dettaglio #6: Il quadrante

Per la scuola orologiera sassone il quadrante è un elemento fondamentale: da sempre gli orologi da tasca che uscivano dai laboratori artigianali della cittadina di Glashütte possedevano quadranti smaltati o assai rifiniti.

Quelli montati da entrambi i Senator Panorama Date Moon Phases sono realizzati dalla fabbrica di quadranti Glashütte Original di Pforzheim e verniciati tramite un processo manuale. Per ottenere l’effetto a “microgranuli” normalmente vengono stesi dai 3 ai 4 strati di vernice.

Senator Panorama Date Moon Phases acciaio

I Senator sono tutti caratterizzati da classici indici romani. Il giro dei minuti è segnato da una scala a chemin de fer. Tutte le serigrafie sono realizzate a mano con tampone a riporto.

Le lancette di ore e minuti sono a pera e, come quella dei secondi che nella parte prossimale mostra la doppia G logo della manifattura, sono in acciaio azzurrato.

Dettaglio #7: Il contorno

Questi Senator che fanno parte della collezione Quintessential mostrano la stessa cura nei particolari delle referenze complicate mosse da tourbillon volante.

I cinturini che sono per entrambi i modelli in alligatore differiscono per la fibbia pieghevole, in acciaio o oro rosso, disponibile a scelta sia in versione standard che accorciata. Una volta regolata nella lunghezza desiderata essa è bloccata da una vite in titanio. Per il modello in acciaio è disponibile anche un bracciale.

I correttori sulla carrure della Gran Data, delle fasi lunari, e quello destinato all’azzeramento dei secondi, sono azionabili con un pennino sempre in titanio realizzato dalla manifattura.

Referenze e prezzi di listino

100-04-32-12-04 acciaio, alligatore nero 9.600 Euro
100-04-32-12-50 acciaio, alligatore nero, chiusura corta 9.600 Euro
100-04-32-12-14 acciaio, bracciale acciaio 10.600 Euro
100-04-32-15-04 oro rosso, alligatore nero 19.600 Euro
100-04-32-15-50 oro rosso, alligatore nero, chiusura corta 19.600 Euro

Maggiori dettagli sul sito web Glashütte Original.

contaminuti

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Continuando a utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close