Il magazine online di Orologi di classe

Blancpain Villeret Calendario Cinese Tradizionale

Blancpain realizza il primo orologio da polso meccanico complicato dotato di un calendario cinese tradizionale sia in edizione limitata sia senza limiti.

di Redazione 3 MIN LETTURA

 

0

di Redazione 3 MIN LETTURA

 

0

A Baselworld 2012 Blancpain ha presentato in esclusiva mondiale il primo orologio da polso meccanico dotato di un calendario cinese tradizionale. La Manifattura di Le Brassus ha desiderato onorare quella nazione i cui esponenti oggi nutrono uno spiccato interesse per l’Alta Orologeria con un modello che entra a far parte delle sue grandi creazioni.

Villeret Calendario Cinese Tradizionale – Platino

Il Calendario Cinese Tradizionale di Blancpain si basa su principi fondamentali definiti da millenni e profondamente radicati nella cultura cinese. Sul quadrante figurano l’ora e il calendario gregoriano insieme alle principali indicazioni del calendario cinese: doppia indicazione dell’ora in formato tradizionale, giorno, mese con indicazione dei mesi intercalari, segno zodiacale, più i 5 elementi e i 10 tronchi celesti.

La combinazione di questi ultimi con i 12 animali dello zodiaco, che rappresentano i rami terrestri, segue il ciclo di 60 anni che è d’importanza fondamentale per la cultura cinese. Le fasi lunari, elemento chiave dei calendari di Blancpain, svolgono un ruolo importante, dato il rapporto esistente tra il ciclo lunare e i tradizionali mesi cinesi.

Villeret Calendario Cinese Tradizionale – Oro rosso

A differenza del calendario solare gregoriano, che adotta come unità di base il giorno solare, il calendario cinese tradizionale è un calendario lunare-solare, ossia un calendario in cui l’unità di base è il ciclo lunare (di 29,53059 giorni). Poiché un anno di 12 mesi lunari (354,36707 giorni) è troppo breve di circa 11 giorni rispetto all’anno tropico (o anno solare, 365,242374 giorni), a volte si aggiunge un mese intercalare allo scopo di preservare la corrispondenza con il ciclo delle stagioni.

Dal momento che ogni mese del calendario cinese, compresi i mesi intercalari, inizia nel giorno della luna nuova, la sua durata è di 29 o 30 giorni. Di conseguenza, quando un anno contiene un mese intercalare, quest’anno di 13 mesi sarà più lungo dell’anno tropico. E viceversa: quando non c’è un mese intercalare, l’anno di 12 mesi lunari è più breve dell’anno tropico. Questa particolarità spiega perché varia la data dell’Anno Nuovo cinese.

Il nuovo Calibro automatico 3638 che anima questo orologio possiede una riserva di carica di 7 giorni, nonostante la presenza di ben 434 componenti (tra cui 39 rubini). La sua complessità dipende sia dal numero d’indicazioni che è tenuto a fornire, sia alla irregolarità dei loro cicli. L’ora, i minuti e il calendario gregoriano si trovano al centro del quadrante. Il contatore all’altezza del mezzogiorno indica le ore doppie in cifre e in simboli (ciclo di 24 ore). Quello all’altezza delle 3h indica gli elementi e i tronchi celesti (ciclo di 10 anni). All’altezza delle 9h sono indicati i mesi del calendario cinese (ciclo di 12 mesi), il suo datario (ciclo di 30 giorni) e i mesi intercalari, mentre in una finestrella all’altezza del mezzogiorno compare il segno zodiacale dell’anno in corso (ciclo di 12 anni). Le fasi lunari compaiono all’altezza delle 6h.

La cassa di platino, che misura 45 mm di diametro, è provvista di una corona ornata da un rubino cabochon e possiede 5 correttori, disposti sotto le anse, con i quali si regolano le indicazioni fornite dall’orologio. Essa presenta le caratteristiche classiche della collezione Villeret: la forma a doppia mela; un quadrante in smalto Grand Feu in cui il giro delle ore è costituito da applique d’oro, mentre le indicazioni sono ricalcate prima della cottura; le lancette principali in forma di foglie leggermente svuotate; la lancetta del calendario gregoriano è d’acciaio azzurrato e riprende la forma serpentina tradizionale.

Questo orologio sarà prodotto in un’edizione limitata di 20 esemplari. Ha la massa oscillante d’oro bianco impreziosita da un rubino del Madagascar e reca incisa l’immagine di un drago per celebrare l’anno 2012.

Il Villeret Calendrier Chinois Traditionnel È disponibile anche in oro rosso senza limiti di tiratura.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Continuando a utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close