Il magazine online di Orologi di classe

Nel “BLU dipinto di BLU” di De Bethune (Foto e Video Live)

(Per ora) In orologeria, non c'è un BLU più BLU dei quadranti azzurrati che realizza la manifattura di La Chaux L'Auberson.

di Massimo Scalese 2 MIN LETTURA

 

0

di Massimo Scalese 2 MIN LETTURA

 

0

Ogni anno non sai mai esattamente cosa aspettarti da De Bethune. Cioè? Le anse traforate nell’allora chiamato DB25 Moon Phase della fine del 2009, le stesse con l’incredibile sistema a traliccio molleggiato del DB28 apparso i primi del gennaio 2011, oppure il quadrante misterioso del DB25 IX “Ciclo del Calendario Maya” visto all’inizio dell’anno.
Salto le novità dal taglio tecnico sia perché non riguardano l’argomento di questo articolo, sia perchè diverrebbe interminabile.

De Bethune DB25L – Ref. DB25LWS3V2

Rimanendo quindi in ambito estetica e design, c’è un soggetto – anzi più di uno per quanto tutti appartengano allo stesso scenario – nel quale la Maison di La Chaux L’Auberson è a mio avviso irraggiungibile: il blu cielo dei quadranti insieme alla rappresentazione di Luna e stelle. Proprio quella tonalità unica che rende così meravigliosamente l’idea della volta celeste, è ottenuta azzurrando un disco di titanio a fiamma seguendo procedimenti particolari e segreti. Vederla dal vivo, e ripensare poi a quel momento, ti fa ogni volta venire la pelle d’oca!

DB25 s Jewellery – BaselWorld 2012

Che sia un DB25L come quello che vedi – fotografato per un attimo al mio polso o, passando per il pezzo unico realizzato per Only Watch 2011, si vada verso il DB25 s Jewellery – novità 2012 – è davvero impossibile incontrare al polso un altro “BLU più dipinto di BLU” di così.

Quest’ultimo segnatempo è mostrato nel video qui sopra preceduto dal DB25T che, se da un lato presenta solo il settore centrale del quadrante blu cielo, dall’altro aggiunge l’altrettanto affascinante lancetta con i secondi morti. Il DB25 s Jewellery oltre a presentare intorno al rehaut – come il modello da cui deriva – 12 brillanti per segnare gli indici delle ore, ha incastonati sulla carrure 61 zaffiri taglio baguette.

“Nel BLU dipinto di BLU”

Insieme a parti d’acciaio, la maestosa Luna sferica – tipica De Bethune – è stata per l’occasione ancora più impreziosita da elementi in platino e, insieme a 44 diamanti e 44 zaffiri, ruoterebbe in buona compagnia su se stessa perdendo nel calcolo delle fasi solo un giorno ogni 122 anni.

A questo link puoi leggere tutti gli articoli del blog orologi su De Bethune.

contaminuti

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest