Il magazine online di Orologi di classe

Il Premio “Made in Germany – Perspektive Fellowship” 2014 A Due Giovani Registi

Glashütte Original e la sezione Perspektive Deutsches Kino assegnano per la terza volta il premio "Made in Germany - Perspektive Fellowship".

di Redazione 3 MIN LETTURA

 

0

di Redazione 3 MIN LETTURA

 

0

Per la terza volta il marchio di orologeria di lusso tedesco Glashütte Original – co-partner della 64a edizione del Festival Berlinale – e la sezione Perspektive Deutsches Kino, hanno assegnato il “Made in Germany – Perspektive Fellowship” 2014, premio per giovani registi tedeschi. La borsa di studio dell’importo di 15.000€ è finanziata dal produttore di Alta Orolgeria sassone per sostenere i giovani registi tedeschi di talento nella realizzazione dei loro prossimi progetti.

Dieter Pachner – VP Sales Glashütte Original con Sebastian Mez e Dieter Kosslick direttore Festival Berlinale

Quest’anno altri due registi possono festeggiare la conquista di questo prestigioso premio. Dieci registi che avevano presentato film nella Perspektive Deutsches Kino dello scorso anno hanno sottoposto altrettanti loro progetti. I giurati Katja Eichinger (autore e produttore), Frieder Schlaich (produttore e regista), e Andres Veiel (direttore), hanno scelto i vincitori: Sandra Kaudelka per Intershop e Sebastian Mez per 274. Oltre al premio in denaro, i vincitori del “Made in Germany – Perspektive Fellowship ” 2014 hanno ricevuto un trofeo da Glashütte Original che servirà a ricordare il loro mentore.

La cerimonia è stata aperta da Dieter Kosslick – direttore del Festival Berlinale. Dopo aver presentato le borse di studio, i giurati Andres Veiel e Frieder Schlaich, insieme a uno dei freschi vincitori del premio hanno tenuto una conferenza stampa. Sebastian Mez ha ricevuto il suo premio di persona, mentre Sandra Kaudelka ha inviato un messaggio video dal Sud Africa. Entrambi i vincitori hanno ringraziato Glashütte Original per averli sostenuti, così come la giuria e la Berlinale.

Motivazioni della scelta della Giuria per Intershop

Intershop, a cura della regia di Sandra Kaudelka, è stato scelto per essere riuscito a risvegliare magistralmente un mondo di ricordi di tutti coloro che sono cresciuti nei giorni della Germania dell’Est: un luogo fatto di sogni e desideri, un ponte di collegamento tra Oriente e Occidente. Intershop ha un interessante potenzialità; è un racconto emotivo e profondamento diverso di qualsiasi altro mai proiettato sinora nei cinema tedeschi. L’augurio è che questo premio permetterà a Sandra Kaudelka di continuare il suo lavoro in modo che diventi una proiezione di successo.

Motivazioni della scelta della Giuria per 274

Quello che risulta eccitante della storia di Sebastian Mez è la sua intensità. In questo film contano solo gli attimi e Mez sa come descriverli in modo da fare molta presa sull’osservatore. In un mondo fatto di grande solitudine Mez prova a scavare nella profondità dell’anima di un uomo, trovando per esprimere ciò che vede potenti immagini cinematografiche. 274 è un’altra prospettiva singolare e genuina per il cinema tedesco.

Glashütte Original e la Berlinale

Da sempre Berlino è un emozionante centro culturale cosmopolita che non smette mai di attirare artisti da tutto il mondo. La città si caratterizza per una scena culturale diversa, per un pubblico critico e amante del cinema. E’ in questo contesto che si svolge il Festival del Cinema Berlinale: un grande evento culturale e uno degli appuntamenti più importanti per l’industria cinematografica internazionale. Più di 300.000 biglietti venduti, quasi 20.000 visitatori professionali provenienti da 124 paesi, tra cui circa 3.700 giornalisti. Arte, cultura e glamour sono ogni anno indissolubilmente legati alla Berlinale.

Maggiori informazioni sulla manifattua Glashütte Original a questo link.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest