Il magazine online di Orologi di classe

TAG Heuer Monaco: Ora Anche con un Bracciale in Acciaio Figo

Con il nuovo bracciale in acciaio I modelli 2020 della collezione Monaco diventano ancora più vintage

di Davide Colombo 2 MIN LETTURA

 

0

di Davide Colombo 2 MIN LETTURA

 

0

TAG Heuer Monaco con bracciale

I fan più sfegatati di Steve McQueen sanno benissimo cos’è un Monaco. Creato da Jack Heuer nel 1969 è stato il compagno inseparabile del mitico attore-pilota americano in più di un film e una corsa.

Conosciuto anche come uno dei primi cronografi automatici della storia dell’orologeria l’anno scorso ha festeggiato 50 anni introducendo cinque speciali edizioni limitate.

Nel 2020 le novità riguardano il movimento di manifattura Calibre Heuer 02 e alcune scelte stilistiche che lo riportano ancora più vicino al suo passato.

In particolare il nuovo bracciale in acciaio che riprende nel design quelli degli esemplari custoditi nel TAG Heuer Museum di La Chaux-de-Fonds.

Più largo nell’attacco delle anse per sostenere il peso della testa dell’orologio, si assottiglia nei punti in cui si avvolge intorno al polso per essere più ergonomico. La fibbia pieghevole reca inciso lo scudo TAG Heuer.

TAG Heuer Monaco 2020

Il modello di punta dei TAG Heuer Monaco 2020 presenta un quadrante nero con finitura a soleil. Il secondo porta un quadrante blu brillante con sfere dei secondi e dei contatori rosse come i primi del 1969. Entrambi possono montare il nuovo bracciale in acciaio e quello con quadrante nero è disponibile anche con cinturino in cuoio.

Il movimento automatico visibile dall’oblò del fondello in zaffiro è quasi interamente costruito nella manifattura del marchio a Chevenez, in Svizzera, in un’area appositamente adibita alla produzione del Calibre Heuer 02. La riserva di carica è di 80 ore e l’impermeabilità della cassa da 39 mm arriva a 100 metri.

Il prezzo della versione con bracciale in acciaio è di €6.400 e €6.000 quella con cinturino. La versione braccialata con quadrante blu arriverà a gennaio 2021.

SCOPRI DI PIÙ

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Continuando a utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close