Il magazine online di Orologi di classe

I Nuovi Patek Philippe Calatrava 2022 Sono Vintage e Molto Rock

Due Calatrava, uno tre lancette l’altro complicato, in stile vintage ma anche un po’ dandy

di Massimo Scalese 4 MIN LETTURA

 

11

di Massimo Scalese 4 MIN LETTURA

 

11

Patek Philippe Calatrava 2022

Il Salone dell’orologio di Ginevra iniziato ieri, di cui potrai consultare tutte le novità a questo link, procede avanti a tutta forza.

Tra le novità dei marchi di orologeria top ho notato i nuovi Patek Philippe Calatrava che sono i modelli più interessanti visti negli ultimi nella collezione più celebre dell’antico costruttore di orologi svizzero.

Per il 2022 Patek si è lasciata ispirare dal suo lontano passato e al salone Watches & Wonders 2022 ha portato due capolavori, le nuove referenze 5226G-001 e 5326G-001. L’ultima tra l’altro si distingue anche per un’inedita combinazione di complicazioni.

Calatrava 2022

Basta guardarli da lontano per scorgere nei quadranti con superficie finita a grenage un forte richiamo ai primi Calatrava costruiti tra gli anni ‘20 e metà degli anni ‘30.

Quadrante Patek Philippe Calatrava 2022

La scena profuma di vintage e nel più fedele stile Patek. Lo dimostrano le lancette a siringa in oro bianco che puntano su numeri arabi applicati dello stesso metallo prezioso – in pieno stile militare – tutti elementi abbondantemente ricoperti di sostanza luminescente beige.

Patek Philippe Calatrava 2022 fronte

Il colore grigio antracite sfumato nero sul bordo e la texture granulosa ricorda le scocche delle vecchie macchine fotografiche. Seguono cinturini in pelle di nabuk beige o neri che per la presenta di impunture a vista sono più sportivi che eleganti. Vintage, classe, ma anche uno stile che richiama i giovani.

Calendario Annuale e Secondo Fuso Orario Travel Time

Questa è la chicca del Calatrava top di quest’anno. Patek Philippe ha una lunga esperienza nella realizzazioni di orologi con calendari. Porta la sua firma il primo calendario perpetuo su un orologio da polso, e il calendario annuale brevettato del 1996 non è da meno per l’eleganza costruttiva con cui la maison ha dipanato la complicazione che necessita di una sola regolazione l’anno, all’inizio del mese di marzo.

Calatrava Calendario Annuale Travel Time 5326G-001 lato

Il calendario annuale a bordo del nuovo Calatrava 5326G-001 è stato rivisto e nell’ottica di interfacciarsi meglio con la funzione di secondo fuso orario Travel Time ha accelerato i salti delle indicazioni a mezzanotte che con un nuovo sistema di camme sono passati da 90 minuti a 18 minuti.

In questo orologio la lancetta traforata indica l’ora di casa mentre a quella piena si occupa dell’ora locale.

Sistema Travel Time

É il sistema speciale della Maison per indicare un secondo fuso orario che segna l’ora con la data sempre esatta per l’ora locale. É lui che comanda il calendario annuale consentendo una correzione delle data sia in avanti sia indietro.

Patek Philippe Calatrava 2022 sistema Travel Time

La correzione dell’ora locale, anziché avvenire con i consueti pulsanti, si effettua sempre mediante la corona estratta in posizione intermedia, soluzione che ha evitato di appesantire il profilo della cassa con pulsanti aggiuntivi. Per impostarlo sono previsti quattro correttori: giorno, data, mese e fasi lunari, queste ultime spuntano da un’apertura nel sottoquadrante a ore 6.

Cassa Con Carrure a Clous de Paris

Riprendendo la forma rotonda che dal 1932 contraddistingue i Patek Philippe Calatrava, per queste nuove versioni la Maison ha deciso di apportare una ulteriore finezza decorando le carrure delle case in oro bianco con la tradizionale incisione guilloché a Clous de Paris.

Patek Philippe Calatrava 2022 Clous de Paris

Si tratta di un pattern piramidale che circonda tutta la cassa. Già apparsa in alcuni Patek del passato, è però la prima volta che viene eseguita sui fianchi della cassa. Ciò ha però costretto a ridisegnare le anse in modo tale che siano saldate solo su lunetta e fondello.

I fondelli trasparenti mostrano uno scorcio sui decorati calibri di manifattura Patek Philippe.

Caratteristiche Calatrava 5226G-001

Patek Philippe Calatrava 5226G-001

Diametro: 40 mm
Materiale: Oro bianco
Movimento: Patek Philippe 26-330 SC automatico (5226G)
Impermeabilità: 30 m
Prezzo: 35.550 Euro

SCOPRI DI PIÚ

Caratteristiche Calatrava Calendario Annuale Travel Time 5326G-001

Patek Philippe Calatrava Calendario Annuale Travel Time 5326G-001

Diametro: 41 mm
Materiale: Oro bianco
Movimento: Patek Philippe 31-260 PS QA LU FUS 24H automatico
Impermeabilità: 30 m
Prezzo: 69..930 Euro

SCOPRI DI PIÚ

Opinioni

Finalmente qualcosa che rientra nei canoni Patek Philippe ma che nel contempo bussa anche a un pubblico più giovane. Merito del look da orologio militare dell’epoca.

I nuovi Calatrava 2022 si distaccano un po’ dal cliché minimalista che siamo abituati a vedere in questa collezione ma sulla loro genuinità non si discute, e dettagli come i quadranti antracite grené e l’inusuale guilloché a Clous de Paris che interessa tutta la parte laterale della cassa fanno la differenza.

Chi necessita di una funzione utile come il secondo fuso orario o semplicemente è un estimatore delle complicazioni meccaniche, e in questo caso molto originali, può scegliere il nuovo Calatrava Calendario Annuale Travel Time 5326G-001, ma la meccanica Patek se la fa pagare.

Cosa pensi?

SCOPRI DI PIÚ SUL SITO PATEK

 

Articoli correlati

Commenti

  1. Buonasera Gentile Massimo,
    più frequento il tuo wonderful blog, più le mie reminiscenze liceali riemergono o meglio, sono fatte riemergere dalle tue sagaci “presentazioni”…
    Tra gli autori di lingua inglese, per mio gradimento uno fra tutti spicca…Tale William che di cognome faceva Blake tra le cui massime, una trova perfettamente applicazione a questo GIOIELLO :
    ” La strada dell’eccesso conduce al palazzo della saggezza”…”The road of excess leads to the Place of wisdom”…
    Nella vita si può provare di tutto, poi con calma ci si siede a contemplare estasiati il quieto scorrer del fiume, lo stesso può dirsi per questo segnatempo che mi affascina al semplice contatto visivo, già strabiliante nelle tue slides…Figuriamoci dal vivo…
    Porta il nome dell’ordine monastico-militare spagnolo istituito nel 1158 nell’omonima città della provincia di Castiglia-La Mancia, la cui croce è l’emblema riportato sulla corona di carica di ogni Patek-Philippe…
    Hasta Luego Muchachos

    1. Fantastici!
      Mi affascinano per il connubio tra richiami retrò e tensione futuribile, la carrure già di per sé un capolavoro ed il quadrante dalla particolare lavorazione ( a riguardo come da Te ben evidenziato si colgono richiami alla texture delle superfici delle Leica e Rolleiflex anni 50…Od agli indicatori del cruscotto di un P51 Mustang ) sono elementi che conferiscono quel tocco di unicità che soddisfa già al primo glance.
      Come non apprezzare poi la sopraffina tecnica delle complicazioni della versione Travel Time?
      Come sempre complimenti alla Maison ed ai fortunati che entreranno in possesso di questo gioiello…Del resto l’unicità non ha prezzo…
      Best Regards
      Alex

      1. Caspita…Passioni Comuni…
        Caccia WW2, Magnifici Segnatempo…Eh Eh…As usual: U really ‘R…
        “Top of the Pops”

    1. Grazie per la risposta Alex! Anch’io li trovo stupendi… Sono dei Calatrava più nella “metà” di isprazione militare della collezione che in quella “less is more”, ma davvero top come i leggendari caccia americani che hai nominato! Da piccolo avevo solo occhi per gli aerei militari WW2. 🙂

  2. …”rivolto ai giovani”…ma quanti “giovani” possono permettersi di spendere 70.000 per un giocattolo del genere? Peraltro perfettamente in linea con la politica PP…..

  3. Grazie per il commento! Considerando il mondo intero, ti assicuro che di giovani che hanno la possibilità di acquistare questi Calatrava ce ne sono più di quanto Patek sia in grado di costruirne. Forse pensavi all’Italia o a qualche paese europeo. E gli altri marchi dove li metti? Credi che investano cifre da brivido per realizzare orologi di lusso perchè poi rimangano invenduti, o che a comprarli siano solo ultra cinquantenni? Comprendo che la frase “rivolto ai giovani” per un orologio che costa 70.000 euro faccia un certo effetto, ma se vedessi chi visita i saloni di Alta Orologeria come Watches & Wonders o facessi un viaggio in Asia, tutti i conti ti tornerebbero, e altro che 70.000.

  4. Il solo tempo é stupendo, gli perdono pure la data come per il Nautilus, alla mia età servono gli occhiali per leggerla. Il calendario annuale non mi sembra invece appropriato a questo design, ma forse sono troppo influenzato dal 5236.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest