Il magazine online di Orologi di classe

Vi Presento Il Nuovo Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Tech Gombessa

Un nuovo Fifty Fathoms con una singolare funzione subacquea.

di Massimo Scalese 5 MIN LETTURA

 

6

di Massimo Scalese 5 MIN LETTURA

 

6

Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 2 Tech Gombessa

Quest’anno è l’anniversario di molti importanti segnatempo. E sappiamo tutti che i marchi orologieri hanno una particolare predilezione per la commemorazione degli anniversari più importanti.

Nel 2023, Blancpain è stata la prima ad annunciare un orologio subacqueo speciale in edizione limitata per festeggiare il 70° anniversario del Fifty Fathoms che, uscito nel 1953, con la sua lunetta girevole brevettata è riconosciuto come il primo orologio subacqueo dell’era moderna. La commemorazione del 70° anniversario del Fifty Fathoms di Blancpain è iniziata con un’edizione edizione limitata di 210 esemplari andata esaurita in pochi minuti.

Il nuovo Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 2 Tech Gombessa è il secondo dei tre atti previsti per il suo 70° compleanno. Il modello che non smentisce la natura di subacqueo professionale rivela un’inedita complicazione che consente di misurare tempi di immersione fino a tre ore.

Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 2 Tech Gombessa prezzo

La funzione è stata ideata dal presidente di Blancpain Marc A. Hayek e Laurent Ballestra, fondatore del progetto Gombessa. team composto da sub professionisti, biologi e video-operatori che studiano l’ambiente marino per preservarlo immergendosi in saturazione.

L’Orologio

Il Fifty Fathoms Tech Gombessa misura 47 mm due in più dei modelli che costituiscono l’anima della collezione ma come loro al polso calza qualche cosa meno. Comunque, come vedrai si tratta di un modello super professionale, e come ci ha abituato Blancpain di fare compromessi a discapito delle prestazioni e della leggibilità nelle immersioni non se ne parlerà mai.

Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 2 Tech Gombessa live

Sempre la cassa è in titanio grado 23. Introdotto recentemente in orologeria da Blancpain è il titanio più puro che esista. Altra particolarità è rappresentata dalle anse rinforzate fissate dall’interno della carrure e parti integranti del cinturino in gomma. Impermeabile sino a 300 metri non manca la valvola dell’espulsione per l’elio.

Le tacche della valvola per l’elio sono identiche a quelle della corona di carica e della regolazione dell’ora, con le quali si muovono simultaneamente la lancetta delle ore, la lancetta dei minuti e quella del tempo di immersione.

Lancetta delle 3 ore

Ma le particolarità non sono finite qui. Diversamente dalle solite lunette girevoli quella di questo Fifty Fathoms Tech Gombessa si distingue per una scala di tre ore.

Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 2 Tech Gombessa fronte

Questa si utilizza insieme a una lancetta speciale che compie un giro intero in tre ore che rappresentano la durata in sicurezza di un’immersione in saturazione, anche se come ci hanno spiegato alla presentazione, Ballestra e il team Gombessa nelle loro missioni le superano ampiamente. La sfera è rivestita di un materiale luminescente bianco che in profondità diventa verde intenso come gli indici delle ore.

Estetica

Nonostante al primo posto qui vi siano ovunque tecnica e prestazioni, l’orologio riprende nelle forme il Fifty Fathoms.

Invece della solita lunetta in zaffiro, qui l’inserto è in ceramica nera e bombata oltre che inclinata verso il quadrante per aumentarne la leggibilità.

La presenza di uno specchio sferico elimina la distorsione visiva e ottimizza la leggibilità. Per facilitare la lettura in condizioni di scarsa luminosità, il quadrante presenta una finitura mai vista prima: il è nero assoluto, qualcosa di simile al Vantablack che permette al 97% della luce di entrare.

Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 2 Tech Gombessa quadrante

Gli indici sono costituiti da blocchi bombati rivestiti di vernice luminescente blu arancione, utilizzata anche sulle lancette delle ore e dei minuti per identificare le informazioni temporali per le immersioni.

Il Fifty Fathoms Tech Gombessa è alimentato dal calibro 13P8 di manifattura a carica automatica. Sulla massa oscillante di colore antracite personalizzata con il logo Gombessa Tre larghe aperture permettono di ammirare il movimento da un ampio fondello in zaffiro

Caratteristiche Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 2 Tech Gombessa

  • Referenza: 5019-12B30-64A
  • Diametro: 47 mm
  • Spessore: 14.81 mm
  • Materiale Cassa: Titanio 23 (lunetta ceramica)
  • Quadrante: Nero assoluto
  • Impermeabilità: 300 m
  • Cinturino/Bracciale: Caucciù nero

Movimento

Blancpain Fifty Fathoms 70th Anniversary Act 2 Tech Gombessa movimento

  • Calibro: Blancpain calibro 13P8 automatico
  • Funzioni: Ore, minuti, secondi, lancetta a tre ore
  • Diametro: 30.60 mm
  • Spessore: 5.65 mm
  • Riserva di carica: 120 ore
  • Frequenza: 4 Hz -28.800 a/h
  • Altri Dettagli: Rotore di carica scheletrato con simbolo Gombessa

Prezzo e Disponibilità

Prezzo: €29.200
Disponibilità: Prima dell’Estate 2023

Opinioni

Per comprendere a fondo il Fifty Fathoms Tech Gombessa bisognerebbe teletrasportarsi indietro di 70 anni. Stiamo parlando di un orologio che celebra un’icona, il Fifty Fathoms primo vero orologio subacqueo. Si lo so che non è l’unica di questo mondo ma se conosci Blancpain ti sarai accorto che per il suo diver invece che spingere per acquisire commerciabilità ha sempre più curato di preservarne la sua natura.

Dopo 70 anni come allora il Fifty Fathoms è rigorosamente innovativo, sempre, anche a discapito di non finire sulla bocca di tutti, perché in nessuna sua declinazione lui è un orologio subacqueo per tutti.

Bisogna dare atto che la collezione Fitty Fathoms è forse la più privilegiata del brand. Dagli anni ‘80 al nuovo secolo il suo sviluppo si era notevolmente rallentato. Poi il neo presidente Mark Hayek, subacqueo a livelli quasi professionali, ha incominciato a spingerlo e il successo riscosso da una edizione limitata del 2003 ci ha fatto conoscere le linee dell’attuale collezione e ricordato il suo DNA.

Il caso vuole che fosse una storia già vista. Il primo Fifty Fathoms del 1953 nacque per il volere di Jean-Jacques Fiechter, l’allora CEO della manifattura che da appassionato subacqueo volle realizzare un orologio in grado di assisterlo nelle sue immersioni.

Il Fifty Fathoms Tech Gombessa non sarà realizzato in edizione limitata ma Blancpain Italia ha fatto comprendere che ne gireranno davvero pochi, ma non importa: il marchio svizzero va avanti per la sua strada con magari per qualcuno scelte commerciali impopolari, eccellenti e decorati calibri di manifattura, innovazioni senza compromessi e il progetto Gombessa.

Che ne pensi?

SCOPRI DI PIÙ

 

Articoli correlati

Commenti

  1. Grande Blancpain, ma il vetro zaffiro sul fondello forse era da evitare, piu consono per tutti gli altri tipi di orologi, su un professionale , no. Forse volevano andare controcorrente, e ci sono riusciti.Mi dispiace un po in quanto il Fifty Fathoms e’ un’ eccellenza. Pure la misura sembra un’ po eccessiva, forse fino al 45 era piu che sufficiente.

    Cordiali saluti.

  2. Grazie per il commento Raffaele! Ti capisco, da vero purista avresti preferito un fondello pieno. Certo che sarebbe stato un peccato privare l’occhio della vista del calibro di manifattura. È certo che questo Blancpain Fifty Fathoms Tech Gombessa è un orologio estremo, mai però come il Fifty Fathoms X del 2012. Te lo ricordi? https://www.orologidiclasse.com/vacanze-sub-con-un-blancpain-x-fathoms-al-polso-video/ È ancora in produzione e mi hanno detto che ne costruiscono poco più di una decina all’anno, praticamente su richiesta..

  3. Ringrazio per la risposta. Pure privare dalla vista il 3230 del Submariner e’ un gran peccato ( rigorosamente no date ), ed altri capolavori, ma nel caso di un subacqueo che si rispetti, e dichiarato professionale, ritengo sia un qualcosa di superfluo. Sono il primo che non riesco a staccare lo sguardo dal lavoro di un meccanismo attraverso uno splendido vetro zaffiro, ma in questi casi penso sia una chicca non necessaria, e sopratutto non coincide con i criteri di oggetti di uso pofessionale.Saro’ un po’ esagerato, per me e’ come foderare il manico di un martello con la pelle di Hermes. Lei ha ragione che sono un purista, e volentieri metto una linea di demarcazione fra i prodotti per un uso concreto, estremo, come in questo caso. E’ un po come la filosofia dei prodotti militari, estetica e comodita’ sono messi in secondo piano per dar posto alla funzionalita’ e affidabilita’.
    Quindi aggiungere la parola ” professionale ” ha un certo peso, e responsabilita’.Potrebbe dedurre che critico Blancpain, in questo caso il Fifty Fathoms, ma per me rimane uno dei piu’ prestigiosi marchi e un modello di fronte al quale mi inchino, pero’ questo particolare non riesco a capire, su un’ icona.Non riesco ad immaginare un Deep Sea con il fondello vetro zaffiro, sono convinto che sarebbero disponibili in tutte le vetrine Rolex, non ci sarebbero piu’ liste di attesa.

    Cordiali Saluti

  4. Buongiorno Massimo
    Un orologio icona.
    Meccanica robustissima e con 120 h di riserva di carica, praticamente infinita…
    Un dial nero con gli indici e le sfere arancio per una leggibilità nelle immersioni praticamente ineguagliabili. Come dici tu un vero Super professionale come pochi.
    Fuori dal contesto per il quale è stato creato penso, però sarebbe da provarlo al polso, è un orologio importabile. Il diametro da 47 mm è solo per pochi.
    Secondo me potevano ottenere sempre un super professionale, anche con un diametro da 42 – 44 max, anche perchè il movimento ha un diametro di 30,60 mm.
    Grazie per l’articolo, sempre al top.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest