Il magazine online di Orologi di classe

Kudoke 1 e Kudoke 2: Due Orologi Artigianali e Accessibili

Chi cerca trova: ecco due orologi artigianali curati nei minimi dettagli e dal prezzo invitante

di Massimo Scalese 4 MIN LETTURA

 

2

di Massimo Scalese 4 MIN LETTURA

 

2

Kudoke

Stefan Kudoke è un abile orologiaio indipendente tedesco che si è fatto un nome scheletrando segnatempo pazientemente a mano.

Membro dell’accademia AHCI, Stefan ha lanciato all’ultimo salone di Basilea il Kudoke 1 e il Kudoke 2, due nuove entrate nella collezione “HANDwerk” che in tedesco sta per opera realizzata a mano.

Costruiti nel suo atelier di Weifa distante una settantina di chilometri da Glashütte, cuore dell’orologeria teutonica, i nuovi Kudoke sono due vetrine da polso che mettono in bella vista molti dei metodi tradizionali messi a punto nei Secoli per realizzare e decorare segnatempo rigorosamente a mano.

Kudoke 1

È il trionfo della semplicità. Kudoke 1 è un tre lancette dominato da un quadrante argento cui numeri e indici riportati su un anello sembrano quasi scomparire su uno sfondo grené accentuato, quasi frosted (ghiacciato).

Kudoke 1 quadrante

Molto suggestive le lancette azzurrate, cui quella delle ore riporta nella parte distale il simbolo dell’infinito, presente anche sotto forma d’incisione sul sovradimensionato ponte che sostiene il bilanciere dell’inedito movimento Kaliber 1 cui parlerò più in basso.

I piccoli secondi sono mostrati a ore 9 all’interno di un quadrantino a finitura satinata.

Kudoke 1 cassa

Completa il quadro squisitamente artigianale la corona a cipolla che spunta da una discreta cassa in acciaio da 39 mm di diametro. Un vetro in zaffiro presente anche sul fondello svela tutti i rifiniti dettagli dei componenti del movimento.

Kudoke 2

Mosso anch’esso dal Kaliber 1, differisce dal primo per mostrare alle ore 12 un indicatore del giorno e della notte. Questa semplice funzione che serve a semplificare l’interpretazione delle ventiquattro ore è il particolare che cattura subito l’attenzione di chi osserva il Kudoke 2.

Kudoke 2

Inciso a mano e placcato in tre colori, il disco del cielo dà un assaggio delle capacità manuali di Stefan Kudoke. Un piccolo triangolo placcato in oro indica l’ora del giorno o della notte, ma anche dando solo un rapido sguardo la metà superiore del cerchio delle 24 ore ti fa intendere subito se in quel momento sia giorno o notte.

Kaliber 1

Bellezze e particolarità estetiche a parte il movimento a carica manuale Kaliber 1 è il vero valore aggiunto del Kudoke 1 e il Kudoke 2. E l’eccitazione sale ancora se pensiamo ai prezzi di vendita che sono oltremodo invitanti per delle opere fatte a mano da un artigiano.

Stefan Kudoke Kaliber 1

Oltre alle esperienze di scheletratore di movimenti di Alta Orologeria più disparati, per il Kaliber 1 Stefan Kudoke si è ispirato alle visioni tradizionali dei grandi orologiai tedeschi e inglesi, due scuole di pensiero che hanno diversi punti in comune.

Osservando il Kaliber 1 la prima cosa che salta all’occhio è la platina quasi completamente chiusa, caratteristica costruttiva tipica dell’orologeria prima anglosassone e poi sassone. Il vantaggio di questa scelta è che, essendo praticamente fissati da entrambe le parti, tutti i componenti del movimento sono fermamente bloccati nelle loro sedi e perciò, se opportunamente manutenuti, potrebbero durare in eterno.

Kudoke kaliber 1

Da notare la superficie a finitura micro pallinata, i curati smussi (anglage) di tutti gli angoli vivi, le superfici lucidate e le viti con testa piatta azzurrate. Ciliegina sulla torta l’ampio ponte del bilanciere fissato insolitamente al centro, inciso e filigranato con estrema cura.

Kudoke 2 Kaliber 1

Se l’intento di Kudoke era di creare un movimento tradizionale e unico, penso che ci sia riuscito in pieno visto che nel Kaliber 1 la mano sassone è evidente quanto quella anglosassone.

Scheda Tecnica

Referenza: Kudoke 1, Kudoke 2
Cassa: Acciaio, 39mm diametro, 9,5mm spessore (Kudoke 1), 10,7mm (Kudoke 2), Vetro zaffiro, Fondello: Zafiro.
Impermeabilità: 50m (5 ATM)
Quadrante: Argento grainé frosted con sottoquadranti satinati
Movimento: Kudoke Kaliber 1, carica manuale, Frequenza: 4 Hz (28.800 a/h), Riserva di carica: 46 ore.
Funzioni: Ore, piccoli secondi, Indicatore giorno/notte (Kudoke 2).

Prezzi

Kudoke 1: €6.303
Kudoke 2: €7.807

Nota: I prezzi non comprendono IVA ed eventuali dazi.

Conclusioni

Molti sono concordi che i Kudoke 1 e Kudoke 2 sono due tra i segnatempo rivelazione di Baselworld 2019. Classici, essenziali, con un movimento che trae ispirazione da un antico orologio da taschino inglese posseduto da Stefan, le due nuove opere create dall’indipendente tedesco sono due best buy assoluti.

Kudoke 1 corona cipolla

Anche se non sono gli unici orologi artigianali che si possono trovare sotto i 10.000 euro, i Kudoke sono la prova che comprare un orologio per veri appassionati è possibile con lo stesso budget (anzi inferiore) di quanto devi sborsare per un modello di un grande marchio di lusso.

Visita il sito www.kudoke.eu

Allora che ne pensi dei Kudoke? Sei per gli orologi fatti a mano?

 

Articoli correlati

Commenti

  1. Ciao Massimo
    Sto aspettando con impazienza che arrivi ad un carissimo amico il Kudoke 1 ,tra l’altro fatto scoprire da me e praticamente amore a prima vista tanto da togliere la prenotazione per un Sub noDate e tenerlo come primo orologio. Onestamente penso che lo acquisterò anch’io perché oltre alla qualità è BELLO,PUNTO. Se la percezione tattile corrisponderà a quella visiva siamo veramente difronte ad un piccolo capolavoro. Questo segnatempo ha tutte le caratteristiche per farsi apprezzare e farsi desiderare dai collezionisti e amanti di orologi. La platina quasi totalmente chiusa è significativa della scuola tedesca e la lavorazione risulta assolutamente interessante. Il quadrante è un inno alla semplicità proporzione equilibrio. Il fatto che il kudoke 1,come il 2 sia realizzato totalmente a mano ferma quasi il tempo ,lo rallenta perché porta alla pazienza, all’attesa quindi al valore autentico del tempo stesso. Come i nostri amati secondi veri o morti che battono il secondo scandito proprio per dare ancora il tempo al “tempo”.

  2. Ciao Marco grazie per il tuo commento che condivido pienamente! Avevo messo le due creazioni di Stefan in questo articolo come tra le migliori del salone. Interessante! Quindi abbiamo un Kudoke 1 in arrivo in Italia! E curioso che il tuo amico l’abbia scelto cambiando completamente orientamento dal Sub No Date (114060 tra l’altro il mio preferito) che aveva ordinato! Non c’è bisogno di ripetere anche in questa sede che la qualità Rolex sia eccellente, ma senza escluderla – perchè avere nel proprio carnet un coronato sportivo è sempre un’ottima scelta – ha prevalso la passione per un pezzo (due considerando anche il Kudoke 2) davvero altrettanto eccezionale e come anche ricordi tu fatto veramente a mano nonostante il prezzo invitante. Le foto che ho scattato a Basel nello stand AHCI non rendono sufficientemente merito alla fattura artigianale di movimento e quadrante. Appena gli arriva digli di inviarci un paio di foto al suo polso e di venire qui a scrivere un commento! Grazie per aver condiviso questa storia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest