Il magazine online di Orologi di classe

Modding, ne vale la pena farlo ad un orologio?

Recentemente è nata la moda di prendere orologi come Rolex Daytona o Submariner smontarli e trattare casse e bracciali al PVD. Ne vale la pena?

di Massimo Scalese 2 MIN LETTURA

 

8

di Massimo Scalese 2 MIN LETTURA

 

8

Come un revisore dei conti, guardo ogni tanto in profondità i refferer (le pagine da cui provengono gli accessi) di Google a questo blog.

E’ da un po’ che qualche ricerca include le chiavi: “Rolex PVD”, “Rolex PECVD”.

Cercando sulla rete, e come forse già noto a molti di voi, tutto incomincia poco più di un anno fa quando la casa d’aste Antiquorum, durante “Important Collectors Watches, Pocket Watches & Clocks” tenutasi il 16 Ottobre 2008 a New York, batte e aggiudica al lotto 296 un Rolex Daytona 116520 per la somma di 48.000 USD che corrispondono circa a 36.000 Euro! Si tratta di un comune Daytona seriale F del 2004 a cui, dopo essere stato smontato in ogni suo singolo pezzo, è stato applicato un trattamento PVD dalla ditta Bamford & Sons

L’acronimo PVD corrisponde a Physical Vapor Depositation e consiste, come intuibile, all’ applicazione di un film (pellicola, strato), ottenuto facendo sublimare un solido o evaporare un liquido, ad un metallo solido.

PECVD invece sta per Plasma Enhanced Chemical Vapor Deposition e anche in questo caso viene depositata sull’ oggetto una pellicola usando questa volta puro gas metano. Una delle differenze con il PVD è che il trattamento viene definito tecnicamente “reversibile”.

Tralascio i dettagli tecnici del come e del dove queste lavorazioni vengono eseguite. Basti sapere però, senza ironia, che sono in parole povere gli stessi procedimenti fatti a rubinetti, passamanerie etc. etc. e perchè no, anche se di solito in colore nero, ad alcuni varianti di modelli standard dalle stesse case orologiere. Ecco un Panerai PAM 004 PVD originalissimo.

foto da paneristi.com

Quello che ha fatto scalpore è stato primo che prezzo un orologio modificato abbia raggiunto in un asta che dal nome doveva trattare solo importanti oggetti da collezione, secondo che guarda caso l’orologio in questione era un Rolex

Cerco di essere obiettivo: l’idea è fantastica perchè commercialmente parlando ha fatto schizzare alla follia il prezzo del più ambito al mondo tra gli orologi da polso, facendo guadagnare molti soldini a chi l’ha avuta, emuli compresi. Ma tutto questo fa bene alla Rolex o facciamo finta di niente un’ altra volta? A Ginevra, nascosti da un NO-COMMENT, CEO e compagni saranno riusciti a far quadrare i conti delle vendite dei modelli “assolutamente originali”?

Non si potrebbe aprire in chiaro, e non per soli sceicchi, un reparto della stessa casa in grado di personalizzare fino ad un certo livello i propri orologi con pezzi originali? Per citare solo un esempio del mondo automobilistico, Mercedes lo fa già da anni con AMG.

contaminuti

 

Articoli correlati

Commenti

  1. Possiedo un Maurice Lacroix nero con trattamento pvd che, colpendo uno spigolo in Marmo, si è scalfito.
    È possibile rimediare? A quanto ammonterebbe la spesa?

    1. essendo appassionato di orologi, aprendo questa pagina ho letto che avete bisogno di trattamenti PVD.
      la mia azienda “SITIM SRL”, è italiana ed abbiamo un impianto da noi brevettato che effettua trattamenti con processo esclusivo in PVD. Produciamo componenti per molti Brand famosi e blasonati.

  2. Tutto è possibile, ma di quanto costi l’operazione non ne ho la minima idea. Non sono poche le aziende che effettuano trattamenti PVD su pressoché qualsiasi oggetto o superficie metallica; basta cercare su Google “trattamenti PVD” o per restringere il campo “trattamenti PVD orologi” (sempre senza le “). Nell’operazione bisogna calcolare l’opera di un orologiaio che deve smontarlo per fornire all’azienda la cassa nuda e una volta restituita ovviamente rimontare il tutto.

  3. Ho un Daytona con movimento Zenith rivestito in questo modo, era di un ex campione del mondo di F1, lo ha fatto fare apposta in questo modo e dalla fattura del lavoro fatto, +di 7000€, direi k non è proprio economico ma il risultato è davvero unico. Diciamo k lo guardano tutti nel male e nel bene. Cordiali saluti Giovanni

    1. Complimenti Giovanni! Se ti va mandaci una breve descrizione dei lavori con qualche bella foto a info [ at] orologidiclasse punto com così la mettiamo nell’articolo.

  4. Salve, sarei interessato a comprare un rolex sub date trattato al PVD. Quanti soldi in più possono chiedermi in termini di percentuale di uno non trattato dello stesso anno. Grazie mille

    1. Non ne ho proprio idea. Aziende come Bamford, pioniere nel rivestimento PVD, se li fanno pagare parecchio. Da quando ho scritto questo articolo molti, soprattutto nella zona del bresciano, offrono questo servizio. Il prezzo dipende anche se le parti vengono fornite già smontate o se il servizio è completo. Ti suggerisco di effettuare ricerche su Goggle come “trattamento PVD orologio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest