Il magazine online di Orologi di classe

Rolex Venderà Il Suo Usato Con Certificato di Autenticità

Rolex lancia il servizio Rolex Certified Pre-Owned un servizio che garantirà l'usato venduto dai concessionari ufficiali

di Massimo Scalese 3 MIN LETTURA

 

23

di Massimo Scalese 3 MIN LETTURA

 

23

Rolex usato con certificato autenticità Rolex

Oggi Rolex ha annunciato la possibilità di acquistare presso i propri rivenditori autorizzati suoi orologi usati con un certificato di autenticità. Questi orologi dopo essere stati esaminati e verificato che possano offrire gli stessi requisiti dei Rolex nuovi saranno accompagnati da una garanzia internazionale di due anni valida presso tutta la rete ufficiale del marchio.

Certificato Rolex Usato e Autentico: Dove e Quando

Gli orologi Rolex Certified Pre-Owned saranno disponibili in un primo tempo presso i punti vendita dei rivenditori Bucherer di sei Paesi (Svizzera, Austria, Germania, Francia, Danimarca e Regno Unito), dall’inizio del mese di dicembre 2022. Gli altri rivenditori autorizzati del marchio potranno aderire al programma Rolex Certified Pre-Owned dalla primavera 2023.

Certificato garanzia Rolex usato

La Maison dichiara che lo scopo del programma Certified Pre-Owned è quello di valorizzare l’offerta esistente di orologi di seconda mano Rolex, perché l’autenticità di questi orologi, quando il proprietario cambia, deve poter essere garantita al momento della rivendita, cosa di cui però beneficeranno solo i rivenditori autorizzati.

Rolex ha sempre insistito sulla durata nel tempo dei propri prodotti. Il brand, infatti, offre orologi che durano una vita, o più. Con questa iniziativa vuole accompagnare il passaggio di consegne dei prodotti già in circolazione sul mercato così da conservarli e da provvedere alla loro manutenzione e garanzia intercettando l’enorme volume di Rolex usati sul mercato.

Explorer II usato garantito autentico da Rolex

Gli orologi di seconda mano certificati autentici offrono, inoltre, la possibilità ai clienti di accedere immediatamente al mondo Rolex. Sarà interessante vedere a che prezzo saranno offerti. Questo servizio potrebbe influire sui prezzi dei Rolex di secondo polso.

Parzialmente perché questa sorprendente nuova iniziativa del marchio coronato non interesserà le speculazioni delle referenze a catalogo I Rolex nuovi saranno sempre introvabili e, per chi li vorrà saltando le liste di attesa – quando realmente esistono – dovrà sempre rivolgersi a rivenditori non ufficiali.

Come Funziona Il Certificato di Autenticità Usato Rolex?

Nello specifico, il programma Rolex Certified Pre-Owned permette di certificare l’autenticità degli orologi Rolex di seconda mano – che abbiano almeno tre anni di vita – al momento della loro rivendita da parte di un rivenditore autorizzato, identificabile grazie alla placca “Rolex Certified Pre-Owned”.

Sempre a riguardo delle dichiarazioni da Ginevra, tale servizio garantisce che gli orologi beneficiano non solo di tutti i criteri di qualità che caratterizzano i prodotti Rolex ma anche delle competenze e della professionalità degli esperti della rete mondiale del marchio.

Sigillo garanzia Rolex Certified Pre-Owned

Il sigillo Rolex Certified Pre-Owned che accompagna questi segnatempo simboleggia il loro status di orologi di seconda mano Rolex certificati. La carta di garanzia Rolex Certified Pre-Owned, rilasciata al momento della rivendita, invece, certifica ufficialmente che l’orologio è autentico e ne assicura il corretto funzionamento. Questa carta, che riporta la dicitura “Certified Pre-Owned”, funge da certificato ufficiale di autenticità.

Opinioni Rolex Certified Pre-Owned

La notizia è un fulmine a ciel sereno. Sinora erano pochissimi i marchi che offrivano un servizio di certificazione di autenticità come Omega. Pochi mesi fa lo abbiamo provato e recensito.

Il Rolex Certified Pre-Owned è però un servizio diverso.

Qui c’è in più il fattore commerciale, ossia Rolex certifica autentici i suoi orologi per venderli direttamente. Non è una consulenza a cui ciascuno può rivolgersi, e dietro il pagamento di un servizio ricevere un certificato di autenticità per l’utilizzo che deciderà di farne.

Come vedi il servizio Rolex Certified Pre-Owned?

Al di là che a mio avviso acquistare un Rolex usato certificato autentico e garantito dal Rolex stessa è un plusvalore eccezionale, modificherà i prezzi dell’usato?

Lascia la tua opinione in un commento.

SCOPRI DI PIÚ

 

Articoli correlati

Commenti

  1. Oltre al costo della revisione e della certificazione, ci sarà il margine di Rolex e il margine della concessionaria. Quindi gli orologi saranno sicuramente più cari.

  2. Buongiorno Massimo
    Secondo me, aumenteranno in modo sensibile in prezzo degli usati certificati pre-owned.
    E’ probabile che dimminuisca invece il prezzo di quelli non pre-owned.

    So che è un utopia, però sarebbe stato interessante se anche i privati potessero spedire il proprio Rolex usato per farlo certificare.

  3. Ciao Massimo, se capisco bene l’intento di Rolex è quello di poter far “pulizia” dei veri falsi.
    Chi possiede già un orologio (preso nuovo o usato) con tutte le specifiche (scatola, garanzia, tutte le maglie del bracciale…) non penso avrà bisogno di questo servizio e di conseguenza questo costo non lo impatterà. Diverso discorso per chi possiede un pezzo “dubbio”, poterlo far certificare porterà l’orologio ai valori/prezzi standard del caso con beneficio di tutti.
    Ricordo bene il tuo articolo di quando hai fatto certificare il tuo Omega di cui non eri certissimo della sua provenienza e la tua gioia dopo il risultato della storia.
    Il mio parere è favorevole a questa possibilità a tutela di chi vende e/o compra.
    Immaginate di comprare un pezzo e poi scoprire che si tratta di un imbroglio… magari in buona fede ma tale rimane

    1. Grazie per il commento Ricardo! Temo però che tu abbia frainteso l’iniziativa Rolex Certified Pre-Owned, che non è quella di far “pulizia” di veri falsi, o di esaminare l’autenticità di orologi di terzi (come fa Omega), ma di buttarsi anche lei nel mercato del secondo polso solo con suoi orologi usati precedentemente esaminati, revisionati e certicati autentici, che venderà attraverso la sua rete di concessionari ufficiali.

  4. Operazione interessante per chi desidera o non può fare diversamente che rivolgersi al secondo polso.
    Credo che aumenterà il valore del secondo polso certificato.
    Non credo che cambierà molto per quanto riguarda la vendita dei pezzi nuovi (coperti da garanzia originaria) ai clienti normali: paradossalmente gli AD finiranno con vendere l’usato garantito a prezzi più alti, mentre i resellers continueranno a vendere i pezzi nuovi (con garanzia originaria) overpriced.
    Dopo qualche tempo, i resellers inizieranno a ricevere sottobanco anche gli usati garantiti da Rolex e quello che adesso accade con il nuovo (che non si trova a listino presso gli AD) inizierà ad accadere anche con l’usato…

  5. Buongiorno Massimo. Obbiettivamente, sono dell opinione che Rolex si stia preparando un nuovo futuro, in quanto ,malgrado la grande richiesta dei suoi prodotti, da un paio d anni le cose penso siano cambiate. I modelli usati in vendita sono drasticamente aumentati, e certamente con il tempo aumenteranno sempre di piu. Alcuni modelli, vedi Submariner e Daytona sono ormai diventati dei status simbol, desiderati da tantissime persone, anche non intenditori e con una possibilita di aquisto di un prodotto di lusso limitata.
    La crisi mondiale , ormai , sta attanagliando tutto il mondo, e di conseguenza delle prime cose, per necessita, che siamo costretti a privarcene, sono gli oggetti di lusso.Le liste d attesa con il tempo spariranno, o perlomeno si accorceranno , e quindi a quel punto , per la maggioranza degli appassionati, l usato garantito diventera una delle soluzioni da prendere in seria considerazione. E anche su questo fatto la strategia Rolex sicuramente non sbaglia prevedendo il futuro, come l ha sempre fatto. Non vorrei sembrare pessimista, in quanto non lo sono per natura, ma penso di analizzare i fatti reali, l apice dell onda ormai si e superato, sono leggi indiscutibili dell economia, e quindi le risentira pure sua Maesta Rolex.

    Cordiali saluti

  6. Nel mercato delle autovetture sono anni che esiste l’usato certificato, alla fine non è cambiato mulla secondo me.

  7. Operazione che consente di far marginare meglio i concessionari sui pezzi più appetibili e ricercati,mentre la casa madre sarà agevolata nel vendere il nuovo con condizioni sicuramente più vincolanti per il resto delle referenze.Comunque già ora i concessionari ufficiali profittano delle quotazioni secondo polso visto che sfruttano già appieno il fenomeno.

  8. Ma chi decide il valore dell orologio che do al concessionario?
    Per me é un modo per guadagnare due volte ,
    Il concessionario
    E rolex

  9. Secondo me è sbagliato non fare il certificato pre owned a chi ha un rolex e vuole fare una valutazione privatamente.

  10. E una cosa buona perché finirà la speculazione di certe personaggi che tramite conoscenze riescono ad avere quello che non c’è, poi almeno saranno regionali quindi garantiti che ben venga

  11. Finalmente; questa si che è un’operazione intelligente a tutela non solo del marchio Rolex, ma di tutto e tutti gli attori diretti e indiretti che gravitano attorno al mondo Rolex.
    Effettivamente non ho mai compreso come la gente poteva pagare 40/50 ek per un orologio venduto da un reseller ovvero un perfetto estraneo agli standard di qualità e di customer experience.
    Mi auguro che adesso il mercato ritorni ad essere “reale”ossia di buon senso.
    Possano finalmente cessare le speculazioni nelle quotazioni dei modelli nuovi e vintage, oltre a fare pulizia interna tra i concessionari ufficiali, che senza scrupoli alimentavano sotto banco i vari “amici”reseller…
    Auspico che anche Patek e Ademars seguano Rolex a tutela dell’orologeria meccanica di lusso, arte unica e stupenda al mondo.
    Operazione intelligente,ottimo!

  12. Praticamente il concessionario acquista un Daytona usato del valore di 24 k, a meno di 21 sicuramente… Lo certifica e lo vende con la scusa a 27.. un affarone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Continuando a utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close