Il magazine online di Orologi di classe

Le Novità Audemars Piguet 2023 (viste sinora)

I nuovi modelli Audemars Piguet 2023 svelati sinora

di Massimo Scalese 7 MIN LETTURA

 

4

di Massimo Scalese 7 MIN LETTURA

 

4

Novità Audemars Piguet 2023

Il 2022 e il 2023 sono anni molto importanti per il marchio di orologi di lusso svizzero Audemars Piguet. L’anno scorso è stato il 50° anniversario del Royal Oak, quest’anno sono appena iniziati i festeggiamenti dei trent’anni del Royal Oak Offshore.

L’Offshore venne alla luce nel 1993 per ravvivare il Royal Oak e attirare una clientela più giovane. L’orologio fu creato dall’allora ventiduenne designer Emmanuel Gueit, dalla cui penna scaturì un’imponente silhouette per accentuare le linee del progetto originale di Gérald Genta.

Quell’orologio che misurava 42 mm – che all’epoca era considerata una misura XXL – si guadagnò il soprannome di “The Beast” (la bestia) riscuotendo subito un grande successo. Il Royal Oak Offshore diventò rapidamente l’orologio preferito delle celebrità, degli uomini d’affari e dei trend-setter di quegli anni. Novità Audemars Piguet 2023 centrale, trent’anni dopo “la bestia” riappare nella sua abituale livrea nera.

Inoltre la collezione di nuovi orologi Audemars Piguet comprende inediti Royal Oak tra cui uno in oro giallo con quadrante turchese e un Jumbo in oro bianco con quadrante a grana blu entrambi disponibili solo nelle boutique del brand. Fanno parte degli attuali nuovi modelli AP una serie di orologi automatici e cronografi Code 11.59 per la prima volta in acciaio con quadranti rivisitati.

Infine a oltre vent’anni dal primo Royal Oak Concept eccone spuntare uno nuovo.

Ecco le per me più significative novità Audemars Piguet 2023 viste sinora.

Audemars Piguet Royal Oak Offshore Cronografo Automatico

Audemars Piguet Royal Oak Offshore Cronografo Automatico

Il nuovo Royal Oak Offshore Cronografo Automatico da 42 mm è per la prima volta proposto con cassa e bracciale in ceramica nera e quadrante con motivo Petite Tapisserie nero. “La bestia” è tornata.

Alimentato dal calibro 4404 di manifattura, un movimento con cronografo integrato, questo orologio offre la funzione flyback. Dal fondello in vetro zaffiro si può scorgere il movimento del tradizionale sistema a ruota a colonne e frizione verticale, che permette innesti dolci e nello stesso tempo precisi e immediati.

Sempre da questa prospettiva l’occhio cade sulla massa in oscillante in oro rosa 22 carati decorata con le iniziali AP allo stesso modo dei primi Royal Oak Offshore. Si possono altresì notare le Côtes de Genève, il perlage, la satinatura circolare e gli angoli smussati e lucidati.

Dimensioni: 42 mm – spessore 15,3 mm
Materiale: Ceramica nera
Impermeabilità: 100 m
Movimento: Audemars Piguet Calibro 4404 automatico, cronografo flyback
Prezzo: €84.700

Audemars Piguet Royal Oak Oro Quadrante Turchese

Audemars Piguet Royal Oak Oro Quadrante Turchese

In orologeria il turchese – altrimenti anche chiamato “Tiffany Blue” – è un colore molto fortunato. Gli orologi con un quadrante di questo colore sono molto richiesti dai collezionisti e nel 2021 il primo esemplare di Nautilus 5711 Tiffany Blue è stato venduto a 6,5 milioni di dollari.

Nel 2023 Audemars Piguet presenta un nuovo Royal Oak Automatico da 37 mm in oro con quadrante Turchese, ma qui la cromia è naturale ed espressa da una pietra preziosa Turchese proveniente dal Messico tagliata in un disco sottile, successivamente molata e sabbiata, prima di essere unita a un disco in ottone dorato. Lo spessore finale è di soli 0,75 mm.

Era dal 2018 che non si vedeva un Royal Oak da 37 mm in oro. L’estetica di questo nuovo modello parte dal design dei modelli 2022 del 50° anniversario. Le smussature sono ampie, le prime maglie del bracciale integrato hanno una forma trapezoidale decrescente. Insieme a un fondello in vero zaffiro più integrato nella cassa, sono tutti particolari inediti che distinguono questo prezioso nuovo Royal Oak da 37 mm.

A muoverlo è il recente calibro 5900 spesso 3,9 mm che nel 2022 ha equipaggiato alcune referenze di modelli da 37mm.

Dimensioni: 37 mm – spessore 8,9 mm
Materiale: Oro giallo
Impermeabilità: 50 m
Movimento: Audemars Piguet Calibro 5900 automatico
Prezzo: €61.700

Audemars Piguet Royal Oak Jumbo Extra-Piatto

Audemars Piguet Royal Oak Jumbo Extra-Piatto

Anche nel 2023 ce la siamo scampata e Audemars Piguet non ha tolto di produzione il mitico Jumbo, il re dei Royal-Oak. Anzi, ne ha presentato una nuova versione in oro bianco con un quadrante blu ad effetto grainé.

Un paio d’anni fa, come ha fatto Patek con il Nautilus, girava la voce che Audemars Piguet non avrebbe più costruito il Jumbo in acciaio. Naturalmente non poteva farlo nel 2022 dato che si celebravano i 50 anni del Royal Oak, ma quest’anno – per ora si è visto solo in oro bianco, per quanto è ancora a catalogo la versione 2022. Comunque, quadrante blu grainé a parte che sia speciale e che come al solito ne costruiranno davvero pochi lo sottolinea che saranno solo le boutique del brand a venderlo.

Il quadrante blu grainé del Jumbo 2023 si rifà alla referenza 14802 in platino del 1992 creata per il 20° anniversario. Tuttavia ora la grana del quadrante è nuova e più fine; la tonalità blu è stata ottenuta con un trattamento PVD a cui è seguito un rivestimento traslucido per accentuare granulosità e lucentezza.

É animato dal calibro 7121 presentato nel gennaio 2022 sempre in occasione del 50° anniversario del Royal Oak. Spesso solo 3,2 trova comodamente spazio nella sottile cassa del Jumbo da 39 mm. Particolarmente curato presenta decorazioni realizzate a mano come Côtes de Genève, satinatura circolare, finitura a chiocciola, venatura circolare e angoli lucidati.

Dimensioni: 39 mm – spessore 8,1 mm
Materiale: Oro bianco
Impermeabilità: 50 m
Movimento: Audemars Piguet Calibro 7121 automatico
Prezzo: €78.600

CODE 11.59 by Audemars Piguet 2023

CODE 11.59 by Audemars Piguet 2023

Quando nel gennaio 2019 abbiamo presentato l’allora nuova collezione di Audemars Piguet a differenza di molti che l’hanno criticata noi eravamo entusiasti. L’idea di inserire una cassa ottagonale, alludendo chiaramente al Royal Oak che sarà per sempre l’orologio-immagine della manifattura svizzera, è stato subito amore. E così per quelle sottili anse traforate saldate sulla carrure.

Dopo quattro anni sento che non pochi hanno rivisto la propria prima opinione anche perché Audemars Piguet, convinta, ci ha lavorato molto. Il 2023 segna l’arrivo di sei nuovi modelli che per la prima volta sono d’acciaio.

Su queste sei novità CODE 11.59 2013 è apparso un inedito quadrante fatto di cerchi concentrici. La Maison non ne fa un mistero: sono frutto della collaborazione con l’artigiano svizzero specializzato in guillochage Yann von Kaene e creati a mano. Il motivo consiste in onde che dal centro si muovono verso l’esterno del quadrante costituite da centinaia di minuscole aperture che hanno l’effetto di creare particolari effetti di luce.

CODE 11.59 by Audemars Piguet cronografo 2023

Come avviene sempre più spesso i quadranti sono stati poi colorati con un trattamento PVD blu e verde, e per quanto riguarda la tinta beige si è usato un bagno galvanico. I nuovi CODE 11.59 by Audemars Piguet Automatico e Cronografo offrono ora sul quadrante al posto dei numeri arabi indici slanciati. Anche il rehaut è stato modificato: ora presenta una minore inclinazione per alleggerire il dislivello con il piano del quadrante.

Audemars Piguet ha dichiarato che nei prossimi anni porterà queste modifiche anche sui numerosi altri modelli della linea in oro e complicati.

I sei nuovi modelli CODE 11.59 sono alimentati da movimenti aggiornati, il Calibro 4302 con indicazione dei secondi e della data e il Calibro 4401, cronografo automatico integrato con ruota a colonne e funzione flyback. Il Calibro 4401 è dotato di una frizione verticale che impedisce alle lancette di saltare quando il cronografo viene attivato o arrestato.

I nuovi Code 11.59 by Audemars Piguet Automatico e Cronografo Automatico saranno disponibili nelle boutique del marchio e presso alcuni rivenditori autorizzati in tutto il mondo a partire da aprile 2023.

Dimensioni: 41 mm – spessore 10,7 mm
Materiale: Acciaio
Impermeabilità: 30 m
Movimento: Audemars Piguet Calibro 4302 automatico e Calibro 4401
Prezzo: €25.400 Automatico / €35.100 Cronografo

Audemars Piguet Royal Oak Concept Cronografo Rattrappante GMT Gran Data

Audemars Piguet Royal Oak Concept Cronografo Rattrappante GMT Gran Data

Audemars Piguet è una Maison che passa da un estremo all’altro. Da una parte realizza segnatempo
abbottonati alla tradizione, dall’altra ha sviluppato prima di marchi di Alta Orologeria futuristica come Richard Mille, materiali e soluzioni meccaniche molto avanzate.

Il nuovo Royal Oak Concept Cronografo Rattrappante GMT Gran Data fa parte di quella sua seconda anima. La cassa tridimensionale in titanio offre un design sfaccettato. Qui neanche se ti impegni trovi curve e rotondità; a comandare sono linee diritte e tagliate, uno stile ultramoderno.

Gli inserti in titanio interrompono gli elementi angolari. La cassa a finitura sabbiata termina in alto con l’attacco dell’immancabile lunetta ottagonale, anche se reinterpretata, dove risaltano smussature lucide. Sarà forse così il Royal Oak del centesimo anniversario? Osservando la carrure destra saltano agli occhi le protezioni tridimensionali dei pulsanti che fissano gli stessi in ceramica nera e posizionati a ore 2, 4 e 9.

Il quadrante scheletrato lascia intravedere la complicata meccanica del movimento con cronografo sdoppiante, secondo fuso orario e Gran Data che compare tradizionalmente a ore 12. Un po’ di rosso e di giallo qua e la aggiungono altra grinta a questo Royal Oak pescato dal futuro.

Dimensioni: 43 mm – spessore 17,4 mm
Materiale: Titanio
Impermeabilità: 50 m
Movimento: Audemars Piguet Calibro 4407 automatico
Prezzo: Su richiesta


Finisce qui, al momento, lo sguardo alle novità Audemars Piguet 2023.

Che ne pensi? Lascia le tue impressioni in un commento.

SCOPRI DI PIÚ

 

Articoli correlati

Commenti

  1. CODE 11.59 by Audemars Piguet 2023, acciaio materiale perfetto per uno sportivo, indici senza numeri arabi rendono il quadrante pulito e profondo per i giochi di luce del sul movimento concentrico della lavorazione, un solo problema: beccato che non lo vendono… ci ho provato con una mail non mi hanno neppure risposto ad oggi! Grazie per questo splendido articolo Massimo!!!

  2. Grazie per il commento Luca! Se sei interessato io ci riproverei sia partendo da una boutique, in Italia ce ne sono 6, sia da un concessionario autorizzato ma di una località medio piccola. Se hai novità, torna qui ad informare tutti, grazie!

  3. AP sui Code 11.59 sta facendo un gran lavoro e sta rendendo la linea con un carattere distintivo e moderno che a mio parere prima mancava, cioè era meno decifrabile da tutti.
    Sulle grandi complicazioni il design è sempre all’avanguardia ed originale, mentre sulle nuove versioni in acciaio gli indici restituiranno un pò di riflessi di luce in più e andranno ad annullare la confusione dei fonts che c’era sulla prima versione (3 differenti tra indici, data e rehaut).
    Il prezzo è un pò esagerato anche sugli acciaio, ma se vediamo che anche un GP Laureato, con tutto il rispetto è comunque un modello di classe inferiore e va dai 15.100 ai 18.900, non ci si può stupire.
    I colori ancora non mi convincono, ma di sicuro col tempo ne usciranno di nuovi e magari più in linea con i miei gusti, così da farci un pensierino.
    Quello che mi chiedo è se è sicuro che i quadranti guillochè sono fatti a mano, perchè ho letto che sono stampati per le versioni acciao.
    Attendo conferma da Massimo.

  4. Grazie per il commento Lorenzo! Il comunicato stampa Audemars Piguet riporta che i quadranti sono stati creati stampandoli con clichè incisi interamente a mano, non che i cerchi concentrici che appaiono sulla superficie sono frutto di un guilloché a mano libera. Magari pur sapendolo, quando l’ho scritto non mi sono espresso bene, di qui il tuo più che lecito dubbio. Meglio così, la tua domanda mi ha permesso di fare un inciso! 🙂 PS: ora inserirò nell’articolo un altro nuovo CODE 11.59 e molto complicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Continuando a utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close