Il magazine online di Orologi di classe

Febbre dell’Oro? Le 3 Novità Rolex più preziose del 2018 (foto live)

Ogni anno vicino agli iconici sportivi in acciaio Rolex presenta nuovi modelli in allestimenti preziosissimi. Diamo un occhio ai Rolex da sceicchi.

di Massimo Scalese 6 MIN LETTURA

 

2

di Massimo Scalese 6 MIN LETTURA

 

2

A metà anno appena andato si possono già contare centinaia di recensioni sul nuovo GMT-Master II e sul ritorno del Deepsea con quadrante blu, ma e a proposito dei Rolex da milionari del 2018?

Rolex più preziosi

Premesso che in orologeria il termine “da nababbo” è praticamente di serie, tutti drizziamo le orecchie solo davanti ai coronati in acciaio acquistabili – almeno per ora – senza dover chiedere un mutuo.

Ma da appassionato di orologi in senso lato non trovo giusto non dare almeno un occhio alle novità Rolex tempestate di gioielli anche se dal vivo sembrano costruite con la stessa cura di un Oyster entry level da cinquemila euro.

Per quasi chiunque sta dall’altra parte del monitor il prezzo di uno tra i Rolex più sfarzosi del 2018 è irraggiungibile; eppure costa meno di otto volte di un F.P Journe Sonnerie Souverain, che per possederlo bisogna sborsare 650.000 euro e, nota bene, si tratta si di un ripetizione minuti ma con una cassa in semplice acciaio.

Non è la sede giusta per approfondire il perché di una differenza di prezzo così grande, andremmo troppo fuori tema. Comunque i motivi ci sono tutti, eccome se ci sono.

Questo confronto impossibile, che mi è venuto in mente mentre scrivevo questo post sui Rolex da ricchi, è un’occasione per ribadire ancora una volta la differenza che c’è tra un orologio di lusso e uno di Alta Orologeria.

Le spese per curare la febbre dell’oro sono infinitamente più basse di quelle da sostenere per affrontare una patologia provocata da serie complicazioni meccaniche.

Ma ritorniamo all’articolo sulle new entry 2018 di alto di gamma della Maison Rolex.

Ecco tre tra i Rolex di lusso più interessanti tra quelli che ho esaminato e fotografato qualche mese fa a Baselworld.

1. Nuovo GMT-Master II oro Everose

Un Oyster sportivo come il GMT-Master II cassa bracciale in oro non è facilissimo da portare al polso, ma qui mi riferisco più che altro a chi lo indossa e in quali occasioni. Certo Everose, il nome della lega proprietaria Rolex a base di oro rosa e platino, ha una marcia in più verso la concorrenza.

GMT-Master II oro Everose 2018

Questa novità Rolex oro 2018 presenta una lunetta con un disco Cerachrom in ceramica marrone e nera in nuance con tutto il resto perciò molto chic. Per i dettagli rimando alla recensione del modello acciaio con bracciale Jubilé. Qui Rolex ha scelto invece il più classico bracciale Oyster.

Caratteristiche salienti

Referenza: 126715CHNR
Cassa: Oro Everose
Dimensione: 40 mm
Movimento: Calibro 3285
Funzioni: ore, minuti, secondi al centro, data, secondo fuso orario
Bracciale: Oyster 3 file Everose

Prezzo: 34.200 euro

2. Nuovo Datejust 31 mm oro e diamanti

Siamo finalmente arrivati ai piani alti dell’orologeria Rolex dove il concetto di orologio da non togliere mai dal polso, anche quando fai la doccia così caro a Hans Wilsdorf, fondatore del brand, si lascia sedurre da metalli e pietre preziosi. Anche per il 2018 Rolex ha presentato tra le molte per il polso femminile due varianti che a seconda dell’oro sono più o meno discrete. Questo è il nuovo Datejust 31 in oro bianco con quadrante in madreperla e diamanti.

Datejust 31 mm oro bianco e diamanti

Quello più sotto è la versione in oro giallo e diamanti con quadrante in malachite e diamanti. Anche se a occhio non lo diresti mai l’highlander degli highlander della collezione Oyster da donna presenta una cassa sempre da 31 mm ma con carrure e anse ridisegnate.

Datejust 31 mm oro giallo e diamanti

Sul fonte movimento i nuovi Datejust 31 mm oro e diamanti montano il calibro di manifattura Rolex 2236; già proprio quello con spirale Syloxi, ossia in silicio proprietario, che nel toto anteprime Rolex di Baselworld avevo previsto anche se in dosi più massicce. Anche nel 2018 il Syloxi sarà riservato solo per il polso femminile. Che sia esposto a campi magnetici di maggiore entità rispetto al nostro? Ponendo la domanda da Ginevra arriverebbe un classico “No Comment”. Per entrambi è previsto il bracciale President abbinato al metallo prezioso.

Caratteristiche salienti

Referenza: 278289RBR cassa oro bianco, quadrante madreperla
Referenza: 278288RBR cassa oro giallo, quadrante malachite
Dimensione: 31 mm
Pietre preziose: Diamanti con taglio a seconda della referenza
Movimento: Calibro 2236
Funzioni: ore, minuti, secondi al centro, data
Bracciale: President 3 file del metallo prezioso della cassa

Prezzo oro bianco, quadrante madreperla e diamanti : 41.550 euro
Prezzo oro giallo, quadrante madreperla e diamanti : 41.150 euro

3. Nuovo Daytona 2018 oro Everose e pietre preziose

Potevo concludere il post sulle novità Rolex più preziose dell’anno senza andare a dare una sbirciatina a Sua Maestà Rolex Daytona? Bene, i più informati sanno che già da tempo vengono riservate cure da Maraja al cronografo di casa.

Nel 2018 Il Cosmograph Daytona si presenta in abito oro Everose con una bella quantità di pietre assai preziose. Quando puoi permetterti un cronografo del genere anche l’iconica lunetta con scala del tachigrafo (ultimamente in Cerachrom) deve mettersi da parte. Al suo posto zaffiri multicolore riproducono la scala dell’arcobaleno.

Daytona Everose 2018

La cassa in Everose è fasciata da 56 diamanti taglio brillante che si estendono sulle anse e sulle spallette proteggi corona. Sul quadrante nero troviamo indici segnati da zaffiri e Rolex fa sapere che i 3 contatori di secondi continui, 30 minuti e ore sono in sono in Gold Crystals rosa, materiale messo a punto dalla Maison ottenuto mediante la cristallizzazione di una lega di oro rosa.

A muoverlo il solito Calibro Perpetual 4130.

Caratteristiche salienti

Referenza: 116595RBOW
Cassa: Oro Everose e diamanti
Dimensione: 40 mm
Lunetta: 36 zaffiri colorati taglio baguette colori arcobaleno
Quadrante: 11 indici zaffiri colorati taglio baguette colori arcobaleno
Movimento: Calibro 2236
Funzioni: ore, minuti, lancetta cronografo al centro, 3 contatori
Bracciale: Oyster 3 file Everose

Prezzo: su richiesta (la versione precedente costava oltre ottantamila Euro)

Conclusioni

Se avrai letto l’articolo sino alla fine, mi sembra già di vedere la tua espressione perplessa e pronta a sparare un commento su queste novità che, se pur di extra lusso, ti stai chiedendo se siano ancora dei Rolex, almeno come li hai nella mente tu e il 99 % del mondo.

E invece si tratta di Rolex al 100% sia per qualità sia perché anche con tutto quello che hanno addosso non escono di una virgola dalla ferrea mission del brand.

Guarda i bracciali Oyster in Everose: la loro lucentezza e stacco tra parti satinate e lucide è uniforme esattamente come quelli di acciaio. Le tinte sono così perfettamente omogenee da sembrare acciaio con trattamento PVD. La qualità Rolex non si discute, mai.

Puoi usarli allo stesso modo che useresti i rispettivi modelli in acciaio: solidità, impermeabilità non prescindono dal metallo e dalle eventuali pietre preziose che si trovano sopra o dentro.

Due sole riflessioni.

La prima è che se escludiamo il Daytona Everose che Rolex ha già dichiarato che verrà costruito in numeri davvero esigui e così andrà anche se dovesse ricevere migliaia di ordini. Ciò è positivo per una tenuta nel tempo, ma il mercato ci ha insegnato che quando si sale di metallo prezioso, allontanandosi da modelli sportivi e acciaio e oro la svalutazione incomincia a farsi sentire anche per un Rolex. È semplicemente naturale: entra in ballo il fattore più importante per qualunque prodotto: la domanda che quando è più bassa fa inevitabilmente scendere il prezzo.

La seconda che non ha nulla a che fare con queste referenze da VIP ti insinua il dubbio: “Rimanendo invariato il prezzo, e non dovendo per forza comprarsi un Rolex, esiste qualche alternativa?

Un tarlo come quello appena enunciato è più difficile da insinuare quando l’alternativa è riguardo un Rolex Oyster sportivo in acciaio. Spesso, in quella precisa tipologia di segnatempo è difficile guardare altrove.

Ma il successo di Rolex sta nell’essere spesso riuscita a convincere molti acquirenti a non guardarsi in giro puntando sulla qualità dei suoi prodotti, ma ancor più su brand e status percepito. Bravi.

Per saperne di più visita la pagina delle novità Rolex di Basilea.

 

Articoli correlati

Commenti

  1. Massimo puoi spiegarci perché tutte le case, non solo Rolex, quando producono orologi d’oro fanno pagare prezzi spropositati rispetto all’acciaio. Soprattutto perché la quantità d’oro è molto bassa e probabilmente produrre e lucidare
    un acciaio così raffinato come quello di Rolex è più costoso

  2. Bella domanda Claudio! Divido la risposta in due tronconi. Primo: il motivo principale per cui un marchio di orologeria, e come giustamente riporti tu nel tuo inciso non solo Rolex, fa pagare un modello in oro molto più dell’acciaio è il costo del materiale grezzo. Facciamo 2 calcoli alla buona. Al momento il costo dell’oro per oncia è leggermente sceso ma solo qualche mese fa – quando ho scritto QUESTO ARTICOLO – era di circa $1.300 l’oncia. Si vocifera che un Rolex sportivo in oro come il GMT-Master II 2018 pesi circa 250 g, ma è difficile essere precisi sull’esatto dato riguardante il solo materiale nobile e, com’è ovvio, trattandosi di oro, anche qualche grammo in più o in meno può fare una bella differenza. Poi c’è il fatto che l’oro Rolex Everose è una miscela di oro rosa e platino quindi è ovviamente un po’ più costoso di oro+nichel e oro+rame. Infine ci sono i costi di lavorazione. Se hai preso due appunti a mente superiamo di un bel po’ i 10k Euro per il solo materiale. Seconda parte della tua domanda: certamente, la spesa per lavorare un acciaio come quello Rolex (denominato Oystersteel) dovrebbe essere più caro di un metallo nobile, almeno per i macchinari. Si parla di una lega proprietaria a base di acciaio AISI 904L (chirurgico) molto più consistente di un AISI 316L. Mi sembra sia tutto. Per concludere c’è sicuramente una parte di approssimazione nella mia risposta ma oggi, se non ci sono dei motivi commerciali sotto che speculano sul costo maggiorato dell’oro, e in questi Rolex non riesco a vederne, il costo della materia prima fa aumentare vertiginosamente il prezzo finale di un orologio in oro – di qualunque marca – rispetto al corrispettivo modello in acciaio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest