Il magazine online di Orologi di classe

Rolex GMT-Master II 2018: Recensione con Storia, Caratteristiche e Prezzo

Tra le news presentate a Baselworld il nuovo Rolex GMT-Master II 2018 sedeva al posto d’onore. Recensione molto approfondita con tutte le info e foto live.

di Massimo Scalese 8 MIN LETTURA

 

18

di Massimo Scalese 8 MIN LETTURA

 

18

Il nuovo Rolex GMT-Master II 2018 occupava il posto d’onore tra gli aggiornamenti portati a Basilea dal singolo marchio di orologeria tradizionale che nel mondo due anni fa ha venduto oltre il doppio di chi lo seguiva. Scopriamo insieme la storia di questo classico tra gli sportivi coronati e cosa offre l’ultimo Rolex Pepsi 2018 cui capostipite oltre sessant’anni fa apparteneva a quegli Oyster pensati per assolvere esclusivamente compiti professionali, o quasi.
Rolex GMT-Master II 2018

Abbreviazioni

Il Primo GMT-Master

Sulla scia di Air-King – creato nel 1945 per rendere omaggio agli eroi dell’aviazione militare – a metà del 1954 Rolex esordisce con un nuovo Oyster dedicato al volo. Oltre a presentare un look molto più sportivo, il GMT-Master è in grado di assistere piloti e viaggiatori con l’indicazione simultanea di un secondo fuso orario.

Come avveniva a quei tempi quando gli orologi meccanici sportivi erano dei veri strumenti professionali il primo GMT-Master venne costruito da Rolex per i piloti della compagnia aerea Pan American World Airways.

Prima di partire con la recensione del nuovo Rolex GMT-Master 2018 inizio dalla storia di questo due fusi orari istantanei, anche se quella che stai per leggere non è proprio la versione ufficiale di Rolex.

Rolex GMT-Master 6542
Rolex GMT-Master 6542 del 1954

Nel 1953 Pan American World Airways, insieme a una compagnia di volo europea che si vocifera fosse la nostra Alitalia, si mette in contatto con Ginevra.

A seguito degli accordi raggiunti viene costituito un gruppo formato da orologiai e da personale della compagnia che si mette subito al lavoro. Si decise di partire modificando un Oyster che era già in fase avanzata di sviluppo: si trattava niente po’ di meno che della referenza 6204 quella che identifica il primo Submariner della storia che la Maison lanciò ufficialmente l’anno dopo al salone di Baselworld.

Perciò, se si esclude il Turn-O-Graph introdotto sul mercato sempre a fine ’53, che è il padre di tutti gli Oyster marcatamente sportivi, è corretto dire che il GMT-Master sia uscito quasi in contemporanea al subacqueo.

Rolex GMT-Master pubblicità
Rolex GMT-Master pubblicità del 1956

Dopo un anno di lavoro il team da i suoi risultati: siamo nel 1954 e il 6542 è il primo GMT-Master della storia. Questo Rolex ha una quarta sfera delle ore che compie un giro intero del quadrante in 24 ore indicando così in contemporanea un secondo fuso sulla ghiera graduata a 24 ore – allora in bachelite – in modo da poter distinguere all’istante anche il giorno e la notte.

Impermeabile sino a 50 metri (assolutamente niente male per quei tempi), presentava quella lunetta girevole con incisa la scala delle 24 ore bicolore che diventa subito il segno di riferimento della collezione. All’inizio monta il nuovo Calibro 1065 derivato dal 1030 del 1950.

Rolex GMT-Master 6542 Pan Am
Rolex GMT-Master 6542 Pan Am – Courtesy oakleighwatches.co.uk

Ovviamente appena uscì nel 1954 la Pan Am lo adottò subito come orologio di compagnia facendosene realizzare da Rolex anche una serie speciale con quadrante bianco per i piloti in modo che si differenziasse da quelli di normale produzione assegnati al personale di terra.

Arriva il GMT-Master II

Dopo varie referenze a quattro e cinque cifre nel 1983 Rolex affianca alla normale collezione il GMT-Master II ref. 16760 che però, regolazione dell’ora locale esclusa, anch’egli da considerare un parente piuttosto lontano del Rolex GMT-Master II 2018.

Seguendo (come mi piace usare sempre come esempio) la stessa filosofia Kai-Zen del piccolo ma continuo miglioramento, il Rolex GMT-Master II è pressoché identico al primo ma in realtà nasconde diverse migliorie.

Rolex GMT-Master II ref. 16760 “Fat Lady” – Courtesy Antiquorum.swiss

La più importante tra tutte è rappresentata dal Calibro 3085 che offre la possibilità di regolare la lancetta delle ore centrale indipendentemente da quella a freccia del secondo fuso orario.

Con il GMT-Master II un globetrotter che giunge a destinazione può regolare con immediatezza l’ora locale facendo saltare in avanti o indietro la lancetta centrale Mercedes indipendentemente da quella dei minuti e dei secondi, quindi mantenendo la precisione del tempo già regolato in precedenza.

Come gli appassionati sanno bene il primo GMT-Master II dell’ottantatré è anche denominato “Fat Lady” per la sua nuova cassa più spessa con lunetta e corona più grandi.

Un altro importante tratto identificativo della seconda serie di GMT-Master (in acciaio) è l’inedita colorazione “COKE” della ghiera che appare per la prima volta nera e rossa.

Proseguendo con un’attenta esamina il GMT-Master II 16760 monta per la prima volta un vetro in zaffiro in luogo di quelli in plastica e è stata la prima referenza tra le collezioni GMT a presentare indici a barra, a pallettoni, compresa la broad arrow a ore 12, circondati da profili in oro bianco per preservare più a lungo e in posizione la sostanza luminescente con cui gli stessi sono ricoperti. I cosiddetti indici a bicchierino.

Il Nuovo Rolex GMT-Master II 2018

Ed eccoci finalmente alla recensione del nuovo Rolex GMT-Master II 2018. Per quest’anno il marketing in verde ha pensato fosse giunto il momento di dare una bella rinfrescata ai suoi orologi GMT dopo aver comunque continuato a completarli negli anni con altre referenze e diverse lunette tra cui l’intrigante BATMAN del 2013.

Nuovo Rolex GMT-Master II 2018
Rolex GMT-Master 2018 – lunetta CERACHROM Pepsi

Questa novità è il ponte diretto con il primo GMT-Master con bracciale Jubilé, un 1675 dei primi anni ‘70.

In realtà sono ben tre i nuovi Rolex GMT-Master II 2018: qui trattiamo solo del modello più genuino con cassa e bracciale in acciaio, ma sono usciti anche altri modelli in Rolesor Everose e completamente oro Everose 18 k guarda caso però abbinati a bracciali Oyster.

Ed è proprio l’acciaio il primo elemento che ti colpisce di un nuovo Rolex quando lo prendi per la prima volta in mano. Da un po’ di tempo la Maison lo chiama acciaio OYSTERSTEEL che altro non è se non il solito AISI 904L tagliato con precisione chirurgica, resistente e luccicante come mai.

Poi lo sguardo si fissa sulle anse (cui larghezza e profilo diritto ci siamo oramai rassegnati da tempo) all’altezza del bracciale dove, di nuovo per abitudine, subito ci aspettiamo di vedere le tre rassicuranti maglie di un bracciale Oyster e invece…

Invece a mio parere nel Rolex GMT-Master 2018 è proprio quel profilo multi-maglie uno dei suoi particolari estetici più azzeccati: così veste più elegante.

Nuovo Rolex GMT-Master II 2018 Cerachrom
orologio Rolex GMT-Master 2018

Perché? Perchè – e vedere dal vivo per credere – la nuova lunetta Pepsi in CERACHROM ha trasformato questo GMT-Master II 2018 in un segnatempo più da consiglio d’amministrazione che da cabina di pilotaggio, conferendogli tra l’altro lo stesso effetto magico e un po’ retrò di quando nel 1953 la ghiera era in bachelite. Nuovo look meno informale e allora via libera al bracciale Jubilé.

Passerei ora al movimento che non ho potuto provare a lungo termine ma che, come Rolex usa fare ogni volta che propone un aggiornamento di una delle sue iconiche collezioni, rappresenta il top della produzione di quell’esatto momento.

Il nuovo Calibro 3285 che rimpiazza il 3186 si distingue subito per un diametro maggiore, fatto che gli ha consentito quindi di montare un bariletto di maggiori dimensioni per raggiungere agevolmente le 70 ore di autonomia di riserva di carica che sono mantenute vive da un rotore bidirezionale.

Naturalmente sono presenti a bordo tutte le soluzioni sviluppate e brevettate da Rolex riguardo la spirale della molla del bilanciere, i materiali amagnetici, sistema di assorbimento degli urti etc.

GMT-Master II 2018 bracciale Jubilé
Rolex GMT-Master 2018 – profilo del braciale Jubilé

Introdotto la prima volta tre anni fa nel Calibro 3255 anche nel Cal. 3285 è presente lo scappamento Chronergy che a detta di Rolex permette di guadagnare un 15% di rendimento nel rapporto energia spesa per marciare.

Il movimento riporta la certificazione COSC più l’autocertificazione di Cronografo Superlativo effettuata a movimento incassato in base alla quale Rolex certifica uno scarto massimo giornaliero di ± 2 secondi.

Nel nuovo GMT-Master II 2018 non ci sono altri aspetti da evidenziare.

Caratteristiche Rolex Ref. 126710 BLRO e Prezzo

Modello
Nome: Oyster-Perpetual GMT-Master II
Referenza: Ref. 126710 BLRO

Cassa
Tipo: Oyster con carrure monoblocco, corona e fondello avvitati
Diametro: 40 mm
Materiale: Acciaio Oystersteel
Corona: A vite con sistema Triplock
Vetro: Zaffiro con doppio trattamento antiriflesso, lente Cyclope sul datario
Fondello: Pieno
Impermeabilità: 100 metri

Lunetta
Materiale: Acciaio Oystersteel con disco Cerachrom graduato 24 ore bicolore in ceramica rossa e blu
Simboli e numeri: In platino stampati con trattamento PVD

Quadrante
Colore: Nero laccato
Elementi applicati: Indici e pallettoni in oro bianco riempiti di sostanza luminescente Chromalight a emissione blu
Lancette: Oro bianco, lancetta 24 ore rossa con parti rivestite in Chromalight

Movimento
Calibro: 3285 di manifattura Rolex
Tipo: meccanico automatico con rotore Perpetual a carica bidirezionale
Funzioni: Ore, minuti secondi, secondo fuso orario GMT con lancetta, data
Frequenza: 4 Hz – 28.800 alternanze/ora
Scappamento: Chronergy
Spirale: Parachrom blu antimagnetica
Dispositivo antiurto: Paraflex
Riserva di carica: Circa 70 ore
Regolazioni: Arresto dei secondi, regolazione della lancetta delle ore indipendente

Bracciale
Referenza: 69200
Tipo Jubilé
Maglie: Acciaio OYSTERSTEEL con elementi centrali lucidi e elementi satinati a finitura laterale lucida
Chiusura: Oysterlock con chiusura pieghevole e maglia di prolunga rapida di 5 mm Easylink

Prezzo: 8.600 Euro

Conclusioni

Nonostante il GMT-Master II 2018 sia la novità clou Rolex dell’anno forse in termini di spettacolarità salta più agli occhi il nuovo Deepsea.

Questo, anzi, è un punto a suo favore perché tra gli aggiornamenti della Maison (oramai così dovremmo chiamare le sue novità) visti negli ultimi anni, il Rolex Ref. 126710 BLRO sembra un modello d’epoca da quanto la sua estetica è pura. Alla fine anche con l’utilizzo di materiali innovativi il nuovo GMT-MASTER II è assai vicino alle versioni più vintage.

nuovo GMT-Master II vista laterale
Rolex GMT-Master 2018 – nuovo Calibro 3285

Come ho scritto sopra il merito maggiore per me va alla lunetta Pepsi in CERACHROM. Tutto il resto in questa collezione segue la stessa formula del brand: particolari ripresi e curati al massimo, tutto seguendo la solita visione che hanno a Ginevra.

L’aspetto che incuriosisce è il nuovo movimento 3285 peraltro sulla carta molto performante.

Che Rolex abbia da tempo sviluppato la sua tecnologia proprietaria anche per quanto riguarda il silicio (Syloxi) è oramai alla luce del sole, perciò non si comprende del tutto perché non la applichi – se non in qualche raro modello donna – visto che oramai tutti i suoi vantaggi sono comprovati.

Anche a far finta di niente oggi il silicio viene usato in orologeria in tutti mix di prodotti: dagli orologi sotto i 900 Euro a pezzi di Alta Orologeria da parecchie decine di migliaia e, oltretutto, è stato scelto e sviluppato da tutte le culture orologiere, anche di visioni completamente opposte tra loro.

Due Ipotesi.

La prima è che Rolex, come certamente sta facendo, starà continuando a testare il silicio e lo introdurrà a macchia d’olio solo quando sarà sicura al 100% di poterne controllare tutte le caratteristiche, e a lunghissimo termine.

La seconda è che tutto a Ginevra funziona già da tempo alla perfezione e non lanciare il silicio in maniera massiva nei suoi nuovi movimenti potrebbe far parte dell’ennesima sua sottile strategia commerciale.

Per Rolex non seguire in maniera molto aperta una tecnologia, che oggi è diventata quasi un trend dai tantissimi grandi marchi che invece la sposano, potrebbe servire per “difendersi” prendendo – vista la sua enorme forza mediatica (che funziona anche in modalità silente) – quella solita grande distanza da tutti e facendo tra l’altro insorgere un forte dubbio all’acquirente.

Con la recensione giunta oramai al termine finiscono anche le ipotesi molto bizzarre che mi diverte sempre avanzare tutte le volte che vedo arrivare una news da Ginevra.

Per concludere il Rolex GMT-Master II 2018 è tra tutti gli Oyster più sportivi (non sub) il migliore da comprare oggi, ma a pensarla come me saranno oramai in tantissimi: già a Basilea si percepiva che le liste di attesa sarebbero state molto lunghe.

Altre caratteristiche sul sito web ufficiale.

 

Articoli correlati

Commenti

  1. Salve buongiorno sono interessato al Rolex gmt è possibile acquistarlo e come grazie aspetto una vostra risposta star risposta

  2. Buonasera Massimo,

    grazie per l’articolo. Molto interessante la cronistoria di questo modello di orologio.
    Anche questo ha “il suo perché “… anche se personalmente non trovo molto azzeccata la combin con il bracciale Jubilé…
    Un orologio tecnico come il GMT per me si sposa meglio con il bracciale Oyster (potendo scegliere prenderei la referenza 116719BLRO, in oro bianco con quadrante blu) ma, “de gustibus non disputandum est”…
    Nella mia collezione, per ora, ho fatto posto al modello BATMAN, chissà…

    Grazie ancora per i tuoi articoli!

    GM

  3. Buongiorno, ottimo articolo, interessato all’acquisto del GMT 126710 BLRO, ad oggi è impossibile reperirlo, i concessionari non accettano nemmeno la prenotazione.
    Si trovano solo in alcune gioiellerie (NON CONCESSIONARI ROLEX) a prezzi che variano dai 16.000 ai 20.000 euro, costa più del fratello (acciaio-everorose).
    Personalmente ho abbandonato l’idea di acquistarlo, stanno esagerando.

    1. Grazie per il commento Federico. Sono assolutamente in linea con la tua indignazione. Ma su chi, appartenente al mercato grigio, da sempre sfrutta la situazione per alzare i prezzi, Rolex non ne può nulla.

  4. Buongiorno sono Gaetano , volevo ringraziarla per i commenti esaustivi in materia di orologi Rolex , volevo confermare che comprare un GMT oggi a prezzi normali e impossibile oltre a fatto che non puoi comprare o ordinare in una normale gioielleria Rolex , ma le chiedo è vero che il GMT master 2 Batman non è più disponibile ?… grazie

    1. Ciao Gaetano, che mi risulti il Batman è disponibile e ordinabile. Grazie a te per l’interesse.

  5. Buona sera e complimenti per l’accuratezza dell’articolo come sopra riportato.

    Volevo solo confermare a tutt’oggi l’impossibilità tramite le vie ufficiali di acquistare qualsiasi modello Rolex GMT II.
    I rivenditori ufficiali non ricevono pezzi dalla Rolex con stabilità, non sanno quanti e quali ogni volta gli arrivano.
    Hanno liste di attesa pazzesche che vanno dai 2 ai 5 anni.
    La politica della Rolex è evidente ed in un certo senso favorisce rialzi anche del doppio o del triplo sul mercato parallelo.
    Orologi molto belli ma impossibili da acquistare

    1. Grazie per il commento Antonello! Io sono fiducioso che (lentamente) si andrà un po’ più verso la normalità.

  6. Complimenti per il magnifico articolo.
    Non sono un grande intenditore vorrei alcuni chiarimenti: esiste il Gmt con ghiera fissa e quindi con due soli fusi orari?
    Gli sportivi rolex hanno tutti la ghiera girevole?
    Ringrazio.
    Angelo.

    1. Grazie per il commento! 🙂 Che mi venga in mente tutti i GMT Master hanno sempre avuto la ghiera girevole, chi ce l’ha fissa è l’Explorer 2.

  7. Salve, vorrei sapere che differenza c’è tra il gmt master due con lancetta di colore verde oppure di colore rossa ?

  8. Grazie per il commento Roberto! 😉 Colore a parte il GMT Master 2 con lancetta delle 24 ore verde introdotto nel 2007, il primo della famiglia in acciaio a presentare la lunetta in ceramica Cerachrom, differisce dal modello 2018 per montare il calibro 3186 introdotto nel 2005. Il GMT Master 2 126710BLRO di questa recensione monta il calibro 3285 visto per la prima volta in questa referenza che offre 70 ore di riserva di carica e lo scappamento Chronergy. Infine come tutti i movimenti Rolex dal 2015, è rilasciato con il certificato di cronometro superlativo (+2 / -2 secondi scarto die).

  9. Ottimo articolo, come tutti gli altri articoli, presenti sul sito. A oggi questo orologio e ancora introvabile presso i rivenditori ufficiali e secondo me Rolex è responsabile con la sua politica “pochi ma buoni e di qualità’” del fenomeno Reseller. Oggi comprare un Rolex Professionale presso i rivenditori ufficiali è praticamente impossibile e chi vuole regalarsi un orologio di questi deve solo pagarli con un sovrapprezzo che oscilla dal 30 al 50% in più. Rolex sotto questo punto di vista è deludente.

  10. Buona sera
    Possiedo in GMT MASTER 2 “batman” con cinturino acciaio disegno classico acquistato usato sicuro. Vorrei farle una domanda a lei che se ne intende: IL MIO HA LA SCRITTA SUL QUADRANTE IN BASSO “GMT MASTER II” COLORE ROSSO. NON HO MAI VISTO IL COLORE ROSSO SU UN GMT SPECIE COME MIO BATMAN. DIVREI DUBITARE DELLA AUTENTICITÀ O È POSSIBILE CHE NE ABBIANO FATTI CON TALE SCRITTA ROSSA/OPPURE PERSONALIZZAZIONE? Le chiedo gentilmente di rispondermi al più presto siccome lo sto pagando a rate.. se esiste gmt master Ii batman con tale scritta colore rosso mi sento tranquillo. Grazie mille. Saluti

  11. Grazie per il commento Stefano! Temo che quella scritta rossa sia molto dubbiosa ed è la prima volta che sento questa cosa. Qui vedi delle foto originali da me scattate allo stand Rolex di Baselworld 2018 per il Pepsi e se leggi QUESTO ARTICOLO vedrai quelle dell’ultimo Batman oltre che del primo. Se devi entrare nel contenzioso una buona idea sarebbe quella di rivolgersi a chi fa perizie di autenticità per il tribunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest